venerdì, settembre 21, 2018
0 Carrello
Professionisti

Nuovi geometri dalle nuove competenze

Muovendo da una formazione polivalente e multidisciplinare, hanno saputo ampiamente implementare il proprio ambito professionale rispondendo altresì prontamente alle esigenze di un settore che ha subito una profonda trasformazione, definitivamente caratterizzato da un processo di digitalizzazione dei sistemi e degli strumenti
“Sicurezza nei cantieri, prevenzione incendi, mediazione.

Nuovi geometri dalle nuove competenze: quale futuro per i geometri?
648Visite

Nell’edizione di qualche giorno fa del quotidiano economico – finanziario “Il Sole 24 Ore”, un articolo a firma del giornalista Giuseppe Latour pone in evidenza una evoluzione nella metodologia di approccio al mercato da parte della Categoria dei Geometri liberi professionisti. Muovendo da una formazione polivalente e multidisciplinare, hanno saputo ampiamente implementare il proprio ambito professionale rispondendo altresì prontamente alle esigenze di un settore che ha subito una profonda trasformazione, definitivamente caratterizzato da un processo di digitalizzazione dei sistemi e degli strumenti
“Sicurezza nei cantieri, prevenzione incendi, mediazione.

E ancora: condominio, catasto, efficientamento energetico, project management, progettazione europea, mappatura con nuovi strumenti di rilevazione: droni, laser e scanner”. Inizia così il pezzo pubblicato questa domenica. Un’elencazione che, anche secondo l’articolista, è più estesa. Un’affermazione autorevole, che può trovare rapida conferma nello speciale del periodico di categoria “Geocentro”, dedicato ai geometri protagonisti e testimoni di questo cambiamento.

I numeri dicono che queste scelte stanno ‘pagando’. Anche in base ai dati dell’ultimo bilancio consuntivo di CIPAG, le medie dei redditi dei professionisti sono in crescita nel 2017, con un incremento del 3,2% e una risalita del volume di affari medio (29.572 euro contro i 28.951 del 2016). Un incremento di poco inferiore era stato registrato anche nel 2016: + 1,48% rispetto all’anno precedente.

Il Presidente CIPAG Diego Buono fa diversi esempi, sottolineando: “si tratta di attività che sono l’evoluzione delle nostre classiche competenze, senza dimenticare uno dei settori che in questo periodo, seppur fra le difficoltà che conosciamo, sta emergendo con decisione: la casa salubre”.

La spiegazione, come dice il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli, è che “il geometra ha perseguito un modello funzionale, in grado di intercettare le esigenze della società mettendo a sistema professionalità diverse. Dalla sua, una semplificazione burocratica che non ha centrato tutti gli obiettivi”.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi