martedì, febbraio 20, 2018
0 Carrello
Urbanistica

I Geometri Italiani presentano la Mostra “Roma tra Mappe e medaglie”

Conferenza stampa di presentazione della mostra Roma tra Mappe e medaglie.

34Visite

L’iniziativa culturale”Roma tra Mappe e medaglie” è stata ideata  e promossa dall’Agenzia delle Entrate, da CNGeGL, dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e da Modus. Un evento culturale che arricchirà il già ricco programma che la città eterna sta mettendo in campo per la grande vetrina del Giubileo.

L’importante appuntamento culturale,alla cui realizzazione hanno collaborato fra gli altri, anche Fondazione Geometri Italiani e GEOWEB SpA sarà presentato domani giovedi 3 dicembre nel corso della conferenza stampa a cui parteciperanno Rossella Orlandi, Direttore Agenzia delle Entrate, Maurizio Savoncelli, Presidente CNGeGL, Domenico Tudini, Presidente Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Paolo Aielli, Amministratore Delegato Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, Alessandro Nicosia, Presidente Comunicare Organizzando.

“Questa iniziativa culturale che abbiamo sviluppato e sostenuto con grande entusiasmo” spiega il Presidente dei geometri italiani Maurizio Savoncelli “vuole far conoscere ai visitatori l’evoluzione urbanistica della Capitale da un osservatorio speciale: le mappe storiche della Capitale e le monete coniate in occasione degli Anni Santi che riportavano l’effige del Papa e di un edificio rappresentativo della Città’ Eterna”.

Spaccato urbanistico della città di Roma

Il Comune di Roma è il più popoloso ed esteso d’Italia e con i suoi 1.285,306 Km2 è inoltre risulta il primo comune europeo per estensione territoriale. Per meglio comprendere la situazione romana la sua superficie è maggiore della somma di nove tra le più importanti città italiane: Milano, Torino, Genova, Bologna, Firenze, Napoli, Bari, Palermo e Cagliari. Dal primo censimento del 1871 ( 213.633 abitanti ndr ) la popolazione del Comune di Roma è aumentata di circa il 1.300%, arrivando, nel 1981 a superare le 2.800.000 unità.

Amministrativamente invece il Comune di Roma risulta oggi essere composto da 19 Municipi, enti amministrativi dotati di autonomia gestionale e finanziaria. I Municipi , che sono stati istituiti nel maggio del 1972, erano inizialmente 20 ma dopo un referendum popolare culminato con la legge regionale numero 25 del 6 marzo 1992, la XIV Circoscrizione si divise da Roma per diventare Comune di Fiumicino. Nel dettaglio il grande comune romano comprende 116 comprensori ordinati in quattro diversi gruppi:

  • 22 rioni, localizzati all’interno delle Mura Aureliane

  • 35 quartieri predisposti nei pressi delle Mura Aureliane

  • 6 Suburbi

  • 53 zone che costituiscono l’Agro Romano, la grande area rurale che circonda Roma e che negli anni successivi al secondo conflitto bellico è stata soggetta a fenomeni di edilizia spontanea, povera ed abusiva, che generò alcune delle principali borgate della capitale.

 

L’iniziativa cercherà di fare luce anche su alcuni degli aspetti più interessanti e controversi legati alla disciplina urbanistica romana. Attraverso lo studio delle immagini, alcune dal grande valore storico economico, sarà possibile esaminare alcuni dei fenomeni urbanistici più noti nella storia della capitale; tra cui la controversa demolizione di parte dell’antico rione Monti per fare spazio al viale dei fori imperiali, e il completo sconvolgimento dell’antico e originario progetto urbanistico del Bernini, che ha portato ala distruzione di diverse chiese , oltre alla demolizione del rione Borgo, per fare spazio a Via della Conciliazione.