venerdì, Maggio 27, 2022
0 Carrello
Attualità

Geometri e Pnrr: quale ruolo per i geometri italiani?

Nei prossimi mesi i geometri italiani si candidano ad un ruolo da protagonisti nell’attuazione delle sei missioni del Pnrr.

Geometri e Pnrr: quale ruolo per i geometri italiani?
603Visite

I geometri italiani si candidando a un ruolo di primaria importanza. I prossimi mesi sono assolutamente centrali nel panorama socio economico italiano e i geometri italiani, anche grazie alle loro competenze trasversali, si candidano a recitare un ruolo da protagonisti per quanto riguarda l’attuazione di tutte le componenti previste nel Pnrr.

Nei prossimi mesi i geometri italiani si candidano ad un ruolo da protagonisti nell’attuazione delle sei missioni del Pnrr.

I geometri italiani vogliono ribadire il ruolo di assoluta centralità da sempre ricoperto nel panorama socio economico italiano e in una recente intervista del loro presidente, Maurizio Savoncelli, rilasciata su un noto giornale finanziario si candidano0 ad un ruolo da protagonisti per quanto riguarda l’attuazione del Pnrr.

I prossimi mesi saranno ricchi di impegni per i geometri italiani. I geometri professionisti, in virtù anche delle loro competenze trasversali, potranno operare in tutte le sei missioni del Pnrr.

In questo articolo:

  1. Geometri Italiani e Pnrr, cosa attendersi?
  2. Cosa prevede il Pnrr per i geometri italiani?
  3. Quale ruolo per i geometri italiani nelle dinamiche del Pnrr?
  4. Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, rivoluzione verde e transizione ecologica sono ambiti, previsti in due specifiche missioni del Pnrr, in cui la categoria professionale, riportiamo le parole dell’intervista del Presidente Savoncelli, “si riconosce appieno, grazie alla capacità di mettere la tecnologia al servizio delle politiche sostenibili: salvaguardia del territorio, sicurezza, risparmio energetico, riduzione del consumo di suolo”.

Geometri Italiani e Pnrr, cosa attendersi?

Anche se, in virtù delle competenze professionali acquisite, i geometri del CNGeGL potrebbero recitare un ruolo di primo piano in tutte e sei le missione del Pnrr, sono probabilmente la missione uno e la missione 2 quello dove è possibile vedere maggiori possibilità di crescita e maggiori opportunità professionali.

Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura, rivoluzione verde e transizione ecologica sono settori dal grande impatto socio economico, ambiti in cui i geometri, forse più di tutti gli altri professionisti interessati, possono mettere in pratica le capacità professionale apprese nel corso degli anni di studio e di lavoro.

Cosa prevede il Pnrr per i geometri italiani?

Il Pnrr, piano nazionale di ripresa e resilienza, è uno strumento di programmazione che definisce obiettivi e riforme considerate dall’Governo come fondamentali per aiutare e favorire la ripresa dell’economia.

Il programma di investimenti e di contributi europei è stato approvato dalla UE il 13 luglio 2021 e porterà nell’economia italiana un pieno di liquidità per un totale di 235,1 miliardi di euro. Di questi ben 191,5 sono i miliardi stanziati direttamente dalla Ue con lo strumento del Recovery Fund.

Quale ruolo per i geometri italiani nelle dinamiche del Pnrr?

Le due macro aree che nei prossimi mesi riserveranno più di una piacevole sorpresa ai geometri italiani sono sicuramente quelle comprese nella missione 1 e nella missione 2.

  • Missione 1. In questa missione sono ricomprese le coordinate di sviluppo specifico per quanto riguarda la digitalizzazione, l’innovazione, la competitività e la cultura. Andando più nello specifico, la semplificazione delle procedure edilizie (un settore di cui geometri da tempo sono alfieri ndr) può rappresentare una forte spinta alla ripresa dell’economia cosi come la tecnologia Gis, Geographic Information Systems, può essere un’arma decisiva per contrastare il cambiamento climatico. La rimozione delle barriere architettoniche (in Italia sono centinaia i musei e le biblioteche che scontano la presenza di barriere architettoniche, ndr) inoltre, sarà un terreno in cui le skill e le competenze pratiche della categoria dei geometri italiani potranno aiutare il Paese a raggiungere gli obiettivi prefissati.
  • Missione 2. Ancora più che nella prima missione, forse, le competenze dei geometri italiani risulteranno importanti per il conseguimento degli obiettivi previsti dalla secondo missione del Pnrr. La rivoluzione green, la transizione ecologica, l‘efficientamento energetico e sismico sono già settori dove i geometri recitano un ruolo da protagonisti. Il superbonus 110% e le pratiche burocratiche a esso connesso hanno infatti ribadito l’importanza e la centralità della professione di geometra.

Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNGeGL.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi