domenica, maggio 26, 2019
0 Carrello
Riforma catasto

Google e FAO: monitoraggio geospaziale efficiente e accessibile

La nuova collaborazione migliorerà le capacita del monitoraggio geospaziale , cosi da poter monitorare i cambiamenti delle foreste e di stimare le emissioni di gas serra

573Visite

Google Maps e la FAO hanno concordato di rafforzare la loro collaborazione per rendere il monitoraggio geospaziale e i prodotti di mappatura più accessibili; offrendo in questo modo un aiuto ad alta tecnologia ai paesi che stanno affrontando i cambiamenti climatici e agli esperti che, grazie ad esso, potranno disporre di strumenti molto migliori per sviluppare politiche per la gestione delle risorse fondiarie e forestali.

L’ interconnessione sempre più profonda tra tecnologia digitale e immagini satellitari sta infatti rivoluzionando il mondo in cui i pesi possono stimare, monitorare e pianificare l’utilizzo delle proprie risorse naturali, incluso il monitoraggio della deforestazione e della desertificazione. 

“Per la FAO questa non è solamente una partnership, ma un’alleanza strategica” ha affermato il Direttore Generale della FAO José Graziano da Silva, sottolineando come l’accordo sul monitoraggio geospaziale  combini lo sforzo globale dell’Organizzazione per combattere i cambiamenti climatici con l’impegno di Google per aiutare nella raccolta di dati scientifici sul clima e per creare una coscienza collettiva sul tema del riscaldamento globale.

Il nuovo accordo di collaborazione triennale tra Google Maps e FAO mira a rafforzare l’innovazione e l’expertise e ad ampliare in modo sostanziale l’accessibilità a strumenti digitali facili da utilizzare. Essa rappresenta un notevole rafforzamento della collaborazione esistente tra le due organizzazioni e darà slancio e visibilità agli sforzi per l’adozione di pratiche ambientali sostenibili nel mondo.

“Questa partnership è importante perché unisce le forze complementari della FAO e di Google” ha detto invece Rebecca Moore, Direttore di Google Earth, Earth Engine e Earth Outreach. “La FAO ha decenni di esperienza guadagnata lavorando sul campo in migliaia di progetti in centinaia di paesi. La tecnologia di Google, d’altro canto, è all’avanguardia nel mondo dei big data, del cloud computing e degli strumenti di mappatura semplici da utilizzare. L’applicazione FAO Collect Earth si innesca ottimamente su Google Earth e sul Google Earth Engine per fornire uno strumento semplice ma potente per il monitoraggio delle emissioni di carbonio delle foreste a livello nazionale e globale. E questo funziona già in paesi molto diversi tra loro, cha vanno dal Cile a Panama, alla Namibia, da Papua Nuova Guinea, alla Tunisia e Bhutan. Saremo lieti di rafforzare ulteriormente questa collaborazione a supporto dell’azione globale sul clima e dello sviluppo sostenibile”.

Secondo l’accordo, Google Maps metterà a disposizione del personale FAO e dei partner 1200 credenziali per diventare tester di Google Earth Engine, oltre a fornire formazione e a ricevere feedback sull’esperienza e le necessità degli utenti.

 

La FAO invece formerà il proprio staff e il personale tecnico dei paesi membri che lo richiederanno all’utilizzo dei software gratuiti e open source sviluppati nel contesto dell’Iniziativa Open Foris e all’utilizzando della tecnologia Google, come il Google Earth Engine. 

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi