lunedì, Giugno 27, 2022
0 Carrello
Attualità

Rivalutazione Aree edificabili: tutte le novità del Decreto Bollette

Rivalutazione aree edificabili inserita nel Decreto Bollette: rivalutazione consentita per le aree possedute alla data del 1° gennaio 2022.

Rivalutazione Aree edificabili: tutte le novità del Decreto Bollette
253Visite

La rivalutazione delle aree edificabili, a lungo dibattuta, è stata inserita all’interno del Decreto Legge Bollette convertito in Legge con il provvedimento numero 34 del 2022.

La Legge, citiamo testualmente, re introduce la “rivalutazione dei terreni agricoli e di quellìi edificabili che risultino posseduto da soggetti che non esercitano nessuna attività d’impresa”.

In questo articolo:

  1. Rivalutazione aree edificabili: quando è consentita?
  2. Termini di applicazione della rivalutazione.
  3. Come versare l’imposta sostitutiva?
  4. Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Rivalutazione terreni edificabili inserita nel Decreto Bollette: rivalutazione consentita per le aree possedute alla data del 1° gennaio 2022.

La rivalutazione delle aree agricole e di quelle edificabili, prevista nel decreto legge Bollette / Energia, va ha intaccare un settore più volte scosso da novità e da interventi del legislatore di turno.

L’argomento è stato oggetto nel corso degli anni di diverse riaperture dei termini, attività che hanno comportato un costante e progressivo aumento dell’aliquota relativa all’imposta sostitutiva dell’IRPEF, passato da un 4% al 14% attuale.

Rivalutazione aree edificabili: quando è consentita?

La rivalutazione dei terreni edificabili, con l’introduzione e la pubblicazione del Decreto Legge bollette, è consentita per tutti quei terreni che risultino essere in possesso del richiedente almeno al primo gennaio 2022. Sono consentite anche le rivalutazioni delle partecipazioni non quotate.

Termini di applicazione della rivalutazione.

Il Decreto Bollette, come detto, introduce una progressiva rivalutazione delle aree, ma quali sono i termini di applicazione? Il termine ultimo per rivalutare le aree è stato spostato dal 15 giugno 2022, data inizialmente prevista dal legislatore, al 15 novembre 2022.

La rivalutazione consiste nel pagamento di un’imposta sostitutiva sul reddito calcolata sul 14% dell’intero valore rivalutate dei terreni e delle aree edificabili oggetto di rivalutazione.

Come versare l’imposta sostitutiva?

L’imposta da versare per la rivalutazione può essere versata in un unica soluzione entro il 15 novembre 2022, oppure può essere corrisposta in tre distinte rate annuale da saldare, rispettivamente entro il 15 novembre 2022, il 15 novembre 2023, il 15 novembre 2024.

Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNGeGL.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi