lunedì, maggio 27, 2019
0 Carrello
Professionisti

Qualificazione FER: CNA Installazione Impianti e Confartigianato Impianti chiedono l’apertura di un confronto con il MiSE

Qualificazione FER: CNA Installazione Impianti e Confartigianato Impianti chiedono l’apertura di un confronto con il MiSE sulla formazione professionale degli installatori di impianti fer

Qualificazione FER: CNA e Confartigianato confronto al MiSE
142Visite

Con una lettera unitaria a firma dei Presidenti Nazionali Carmine Battipaglia e Claudio Pavan, CNA Installazione Impianti e Confartigianato Impianti hanno chiesto ufficialmente al MiSE di aprire un tavolo di confronto in merito alla qualificazione di installatore di impianti FER, al D.Lgs. 28/2011 e ss.mm. e ii. e alla recente Direttiva (UE) 2018/2001 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’11 dicembre 2018 sulla Promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili.

“Crediamo che proprio la circostanza del recepimento della nuova Direttiva – scrivono i due Presidenti – sia un’utile occasione per chiarire finalmente le criticità connesse agli adempimenti per gli installatori di impianti che tanta apprensione e malessere stanno generando al comparto”. La prima criticità che le associazioni artigiane degli installatori sottolineano è quella relativa alla definizione del percorso formativo e di aggiornamento previsto dalla norma che, attuato nel pieno rispetto delle competenze legislative e nonostante l’impegno della Conferenza Stato Regioni, è stato recepito in modo disomogeneo nel territorio nazionale.

“Tale situazione ha generato – sostengono Battipaglia e Pavan – una situazione di disparità tra gli operatori economici che, pur riconoscendo il valore della formazione e dell’aggiornamento professionale, in assenza di controlli e di una norma che preveda la pubblicità dell’assolvimento di tale adempimento, come ad esempio l’iscrizione in visura camerale, si sentono vessati”.

Per evitare il riproporsi di questi problemi, CNA Installazione Impianti e Confartigianato Impianti chiedono al Ministero dello Sviluppo Economico la disponibilità ad aprire un tavolo di lavoro con le Associazione di rappresentanza degli installatori di impianti per affrontare questi temi e predisporre tutti gli atti utili per giungere ad una nuova disposizione normativa che meglio contempli le esigenze del mercato e il soddisfacimento degli obiettivi vincolanti posti dalla Commissione Europea.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi