mercoledì, Ottobre 23, 2019
0 Carrello
Sicurezza sul lavoro

Disciplina dell’antincendio negli alberghi fino a 50 posti letto

Pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto con la regola tecnica che regola la disciplina dell’antincendio

727Visite

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 170 di oggi 24 luglio 2015, è stato pubblicato il decreto sulla disciplina dell’antincendio emanata il 14 luglio 2015 dal ministero dell’Interno, recante “Disposizioni di prevenzione incendi per le attività ricettive turistico – alberghiere con numero di posti letto superiore a 25 e fino a 50”.

Le disposizioni sulla disciplina dell’antincendio contenute nel decreto numero 170 del 24 luglio si applicano alla progettazione, alla realizzazione e all’esercizio delle attività ricettive turistico-alberghiere, così come definite dal decreto del Ministro dell’interno 9 aprile 1994 e successive modificazioni, con numero di posti letto superiore a 25 e fino a 50, esistenti alla data di entrata in vigore del decreto.

Quali sono gi obiettivi della “nuova” disciplina dell’antincendio negli alberghi con numero di posti letto superiore a 25 e fino a 50 ?

Ai fini della prevenzione incendi, il decreto legge numero 170, allo scopo di raggiungere i primari obiettivi di sicurezza relativi alla salvaguardia delle persone e alla tutela dei beni contro i rischi di incendio, le strutture turistico-ricettive sono realizzate e gestite in modo da:

  • minimizzare le cause di incendio;

  • garantire la stabilità delle strutture portanti al fine di assicurare il soccorso agli occupanti;

  • limitare la produzione e la propagazione di un incendio all’interno della struttura ricettiva;

  • limitare la propagazione di un incendio ad edifici od aree limitrofe;

  • assicurare la possibilità che gli occupanti lascino i locali e le aree indenni o che gli stessi siano soccorsi in altro modo;

  • garantire la possibilità per le squadre di soccorso di operare in condizioni di sicurezza.

A quali strutture, e quando, si applicano le disposizionu sulla disciplina dell’antincendio?

Le disposizioni tecniche si applicano alle attività ricettive turistico-alberghiere anche nel caso di interventi di ristrutturazione o di ampliamento, limitatamente alle parti interessate dall’intervento e comportanti l’eventuale rifacimento dei solai in misura non superiore al 50%.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi