mercoledì, Febbraio 1, 2023
0 Carrello
Sicurezza sul lavoro

Coordinatore per la sicurezza in un cantiere: guida completa.

Chi sono, cosa fanno, da chi vengono nominati… guida completa alla professione del coordinatore per la sicurezza.

Coordinatore per la sicurezza in un cantiere: guida completa.
220Visite

Il coordinatore per la sicurezza in un cantiere edile è una figura professionale che ha il compito di coordinare le attività di prevenzione e protezione dai rischi presenti in un cantiere edile.

In questo articolo:

  1. Chi può fare il coordinatore per la sicurezza?
  2. Quanto dura attestato di formazione per coordinatore?
  3. Sei un Coordinatore per la sicurezza e cerchi un corso d’Aggiornamento online di 40 ore?
  4. Cosa fa il coordinatore per la sicurezza?
  5. Quando è obbligatorio nominare un professionista addetto al coordinamento della sicurezza?
  6. Quanto guadagna?
  7. Sei un Coordinatore per la sicurezza e cerchi un corso d’Aggiornamento online di 40 ore?

Chi sono, cosa fanno, da chi vengono nominati… guida completa alla professione del coordinatore per la sicurezza.

Il professionista che si occupa di coordinare la sicurezza all’interno dei cantieri edili deve garantire che siano adottate tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori e delle altre persone presenti nel cantiere.

Il coordinatore collabora con i responsabili della sicurezza delle ditte che operano nel cantiere, con i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e con gli altri soggetti coinvolti nell’attività di cantiere.

Chi può fare il coordinatore per la sicurezza?

Per fare il coordinatore per la sicurezza in un cantiere edile è necessario essere in possesso di specifici requisiti professionali e personali. In particolare, il coordinatore per la sicurezza deve essere in possesso di una formazione specifica. Formazione che può essere ottenuta attraverso corsi di formazione e aggiornamento professionale, e deve avere una buona conoscenza delle normative in materia di sicurezza e salute sul lavoro.

Inoltre, il coordinatore per la sicurezza deve essere in possesso di buone capacità di coordinamento e di comunicazione, cosi da collaborare efficacemente con i responsabili della sicurezza delle ditte che operano nel cantiere e con i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

Conclude il quadro una buona capacità di problem solving, per individuare e risolvere criticità in materia di sicurezza e salute sul lavoro.

Quanto dura attestato di formazione per coordinatore?

L’attestato ha una validità di 5 anni. Dopo questo periodo, il coordinatore per la sicurezza deve sostenere un aggiornamento per poter continuare a svolgere la sua attività. L’aggiornamento è obbligatorio per legge e deve essere effettuato ogni 5 anni.

Il coordinatore per la sicurezza deve partecipare a corsi di formazione e aggiornamento professionale per poter mantenere valido il suo attestato. L’aggiornamento è importante perché consente al coordinatore per la sicurezza di mantenere e ampliare le proprie conoscenze in materia di sicurezza e di essere sempre al passo con le normative e le tecniche più recenti in materia.

Sei un Coordinatore per la sicurezza e cerchi un corso d’Aggiornamento online di 40 ore?

Scopri subito le offerte formative che UnioneProfessionisti ha riservato per te!

Cosa fa il coordinatore per la sicurezza?

All’interno di un cantiere edile il coordinatore ha il compito di coordinare le attività di prevenzione e protezione dai rischi presenti in un cantiere edile. In particolare, deve:

  • Verificare che le ditte che operano nel cantiere siano in possesso dei requisiti di sicurezza e che adottino le misure necessarie per garantire la sicurezza e la salute dei lavoratori e delle altre persone presenti nel cantiere;
  • Controllare che siano rispettate le normative in materia di sicurezza e salute sul lavoro;
  • Elaborare il Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC), che è un documento che descrive le misure di sicurezza e di coordinamento da adottare nel cantiere;
  • Collaborare con i responsabili della sicurezza delle ditte che operano nel cantiere, con i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e con gli altri soggetti coinvolti nell’attività di cantiere;
  • Individuare le criticità in materia di sicurezza e salute sul lavoro e adottare le misure necessarie per risolverle;
  • Tenere un registro delle attività di sicurezza svolte nel cantiere.

Il coordinatore per la sicurezza deve inoltre essere in grado di formare e informare i lavoratori in materia di sicurezza e di promuovere la cultura della sicurezza all’interno del cantiere.

Quando è obbligatorio nominare un professionista addetto al coordinamento della sicurezza?

Il coordinatore è una figura professionale che deve essere obbligatoriamente nominata in tutti i cantieri edili temporanei o mobili in cui è prevista la presenza di più imprese o lavoratori autonomi.

Inoltre, il coordinatore per la sicurezza deve essere nominato in tutti i cantieri edili in cui è prevista la presenza di più imprese o lavoratori autonomi e in cui siano previsti lavori con rischio d’interferenza.

“I lavori con rischio d’interferenza sono quelli che possono interessare lo stesso spazio o le stesse strutture in cui sono in corso altre attività, e che quindi comportano un rischio di “sovrapposizione” tra le diverse attività in corso”

Inoltre, in alcuni casi specifici, come ad esempio nei cantieri edili in cui sono previsti lavori con particolari rischi o in cui è prevista la presenza di lavoratori svantaggiati o soggetti a particolari condizioni di lavoro, il coordinatore deve essere nominato anche in assenza di più imprese o lavoratori autonomi.

Quanto guadagna?

Il calcolo dello stipendio di un coordinatore dipende da diversi fattori, come il tipo di contratto che ha (a tempo determinato o indeterminato), il livello di formazione e di esperienza posseduto, il tipo di azienda per la quale lavora e la zona in cui svolge la sua attività. In generale, però, il reddito di un coordinatore per la sicurezza può variare da circa 25.000 a 40.000 euro l’anno.

N:B. questi dati sono solo indicativi e che il reddito effettivo può variare in base alle specifiche condizioni in cui svolge la sua attività.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi