martedì, Ottobre 22, 2019
0 Carrello
Professione

Sempre primi, sempre unici: i geometri di Biella compiono 115 anni

Una celebrazione solenne per due date speciali, entrambi ricorrenti nel 2019: i 115 anni della fondazione del Collegio Provinciale e i 90 anni che segnano ufficialmente l’istituzione della figura tecnica del Geometra

115 anni di geometri in provincia di Biella
183Visite

Una celebrazione solenne per due date speciali, entrambi ricorrenti nel 2019: i 115 anni della fondazione del Collegio Provinciale e i 90 anni che segnano ufficialmente l’istituzione della figura tecnica del Geometra, con il Regio Decreto n. 274 dell’11 febbraio 1929.

A Biella oggi è festa grande e la Categoria si presenta alla cittadinanza con l’immutata volontà di mettere a disposizione del territorio il proprio sapere accompagnato dal fare specialistico

“La polivalenza di ieri e la multidisciplinarietà specialistica di oggi: frutto di una formazione continua di eccellenza, allineata agli standard qualitativi internazionali”. Con queste parole, il Presidente del Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Biella Marcello Mazzia Piciot inizia a delineare il profilo odierno del Geometra. “L’elevata professionalità dei servizi offerti poggia prevalentemente su due punti di forza – prosegue – la spiccata propensione all’uso delle nuove tecnologie e il forte radicamento sul territorio. La combinazione di questi elementi fa sì che il Geometra sia riconosciuto come il professionista tecnico maggiormente in grado di risolvere in maniera adeguata e tempestiva le esigenze dei cittadini e della pubblica amministrazione. La necessità operativa di raccogliere e analizzare i dati del territorio, infine, lo rende testimone dell’evoluzione culturale ed etnografica dei luoghi in cui opera, ove è da sempre considerato interlocutore privilegiato e fidato”.

Sono parole esaustive, espresse senza celare un’emozione che accompagna l’arrivo dell’appuntamento a lungo atteso. Si inizia alle 9.30 all’Auditorium cittadino con la ricostruzione storica della professione durante i due conflitti mondiali, il periodo della ricostruzione post-bellica, l’epoca dei condono edilizi e, ultima solo cronologicamente, la crisi economica che attanaglia il Paese da circa un decennio. Un excursus percorso con grande spirito di aggregazione e una fortissima coesione, come testimoniano gli iscritti. Qui sono 400, tra cui 99 donne, 25 nella fascia di età 20/30 anni e 57 in quella 31/40.

All’iniziativa sarà presente il Presidente del Consiglio Nazionale dei Geometri e Geometri Laureati Maurizio Savoncelli, i rappresentanti della Cassa dei Geometri, i presidenti degli altri Collegi territoriali piemontesi e delle regioni limitrofe.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi