domenica, Aprile 11, 2021
0 Carrello
Edilizia

Che cosa è il regolamento edilizio? Protagonisti e informazioni.

Cosa è, a cosa serve, cosa contiene e come è regolamentato un regolamento edilizio tipo? Come leggere e utilizzare questo importante strumento normativo.

Che cosa è il regolamento edilizio? Protagonisti e informazioni.
200Visite

Con il regolamento edilizio si vuole porre una regolamentazione agli aspetti tecnici, igienici, estetici e di sicurezza relativi agli immobili e alle pertinenze degli stessi. Il regolamento edilizio è quindi una sorta di manuale che si integra con piano strutturale e linee guida per il governo del territorio che deve essere seguito per poter regolare l’edificazione all’interno delle aree urbane e trova fondamento normativo nell’articolo 4 del Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia.

Quali sono i soggetti che possono emanare e pubblicare un regolamento edilizio tipo?

L’onere di pubblicare un regolamento edilizio viene dato dalla Legge nelle mani del Comune.

Andando sul lato pratico, il compito di redigere il regolamento edilizio è del Comune che però “passa” l’impegno concreto alla giunta. La giunta comunale per la stesura del regolamento edilizio si avvale solitamente di esperti qualificati. Il documento, una volta completato deve poi essere portato in consiglio per l’approvazione che con delibera pubblicata nell’albo pretorio del Comune e poi inviata alla Regione (l’ente regionale in fase di verifica può decidere di apportare unilateralmente delle modifiche ritenute indispensabili) per l’approvazione conclude la fase di stesura e accettazione.

Quali sono i documenti e le informazioni contenute nel regolamento edilizio?

Il regolamento si suddivide in diversi capitoli e articoli cosi da dare all’utente una disciplina completa della materia.

Anche se alcune parti possono variare e, ovviamente, adeguarsi alle esigenze specifiche di ogni comune, solitamente un regolamento disciplina sempre le distanze da rispettare tra gli edifici; le distanze delle costruzioni dalla strada; le altezze massime delle costruzioni edificabili; le altezze minime interne delle abitazioni;la grandezza delle finestre rispetto all’area complessiva dei locali; la dimensione minima dei vani abitabili.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi