martedì, Settembre 21, 2021
0 Carrello
Professionisti

Contributi Geometri 2020: la Guida completa

Geometri contributi 2020: cosa sono, quando vanno pagati, a cosa servono e quali sono gli obblighi?

Contributi Geometri 2020: la Guida completa
339Visite

Geometri contributi 2020, tutte le indicazioni per comprendere come rapportarsi ai contributi previdenziali per i geometri. Se sei un geometra e hai aperto partita iva, o semplicemente stai pensando di aprire una posizione iva ti ritroverai a confrontarti con il tema dei contributi geometri 2020.

Geometri contributi 2020: cosa sono, quando vanno pagati, a cosa servono e quali sono gli obblighi?

Dopo aver sgobbato sui libri e aver superato l’esame di stato puoi finalmente dire di essere diventato un geometra professionista e aprire una partita iva.

Ma attenzione, a questo punto dovrai anche iscriverti alla Cassa Italiana di Previdenza e Assistenza dei Geometri Liberi Professionisti e comprendere come gestire l’aspetto, importante, dei contributi previdenziali geometri.

Indice:

  1. Come pagare i contributi geometri 2020?
  2. Contributi previdenziali: come effettuare il versamento!
  3. Rateizzazione contributi geometri 2020.
  4. Contributi anche in assenza di redditi professionali dichiarati?
  5. Contributi neo iscritti.
  6. Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

I contributi previdenziali sono i contributi che, come geometra professionista che esercita in maniera continuativa ed esclusiva la professione, sei tenuto a versare obbligatoriamente alla cassa geometri CIPAG.

Ricordiamo infatti che l’iscrizione alla cassa previdenziale è un obbligo di legge per tutti i professionisti che si iscrivono all’albo professionale.

N.B. L’iscrizione all’albo costituisce presunzione di esercizio della professione. Tutti gli iscritti all’albo quindi sono obbligati a pagare i contributi previdenziali a meno che non si dimostri che non si è titolari di partita iva e conseguentemente di non esercitare l’attività professionale.

Come pagare i contributi geometri 2020?

Il primo passo per pagare correttamente i contributi previdenziali geometri è quello di comunicare, senza commettere errori, i propri dati reddituali. Per comunicare le informazioni sul reddito è possibile utilizzare due diverse modalità, a seconda della posizione reddituale e lavorativa personale. I geometri neo iscritti e i geometri praticanti non sono obbligati a comunicare la propria posizione reddituale.

La prima modalità prevede il ricorso ad un commercialista e deve essere utilizzata da tutti i geometri che nel corso dell’anno precedente risultano iscritti alla CIPAG almeno per un giorno e hanno prodotto redditi professionali. Costoro devono compilare la sezione III del quadro RR del Modello Redditi Persone Fisiche.

La seconda modalità è riservata ai geometri che nel corso dell’anno precedente non avevano nessuna posizione IVA aperta e non hanno prodotto nessun tipo di reddito. Costoro per comunicare i propri redditi devono possono utilizzare l’apposita sezione presente nell’area riservata del sito cipag.it.

Contributi previdenziali: come effettuare il versamento!

I contributi geometri possono essere versati alla CIPAG utilizzando il modello f24 accise rispettando le stesse identiche scadenze temporali previste anche per le imposte sui redditi.

Rateizzazione contributi geometri 2020.

Rispetto alla modalità che abbiamo appena descritto, è possibile richiedere, direttamente sul sito della Cassa Geometri, la rateizzazione del versamento in 10 rate di pari importo da corrispondere da settembre a giugno con un interesse aggiuntivo del 4%. Le rate sono pagabili con M.Av bancario, bollettino postale, carta di credito, MyBank e PostePay.

Contributi anche in assenza di redditi professionali dichiarati?

Come abbiamo già detto, i geometri che non hanno prodotto redditi non sono tenuti a comunicare la propria posizione reddituale, ma se risultano iscritti alla Cassa Previdenziale Professionale devono comunque versare i contributi minimi.

I contributi minimi possono essere versati in un massimo di 3 rate mensili da settembre a novembre utilizza do l’apposita funziona “Pagamento Minimi” sul sito cipag.it, oppure richiedendo la rateizzazione su dieci mesi con interessi al 4%, esattamente come detto sopra.

Contributi neo iscritti.

I contributi minimi dei geometri neo iscritti devono essere versati, utilizzando i bollettini inviati dalla CIPAG, in un massimo di tre rate tra settembre e novembre, oppure in 4 rate tra il febbraio e il maggio dell’anno seguente.

Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNGeGL.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi