venerdì, Giugno 25, 2021
0 Carrello
Professionisti

Cassa Geometri, quando si paga? Contributi Cassa Geometri 2021, guida completa.

Sono un geometra e devo aprirmi la Partita Iva, ma la Cassa Geometri quando si paga? Guida ai pagamenti della Cassa 2021.

Cassa Geometri, quando si paga? Contributi 2021, guida completa.
876Visite

Cassa Geometri, quando si paga? Sei un Geometra professionista e hai deciso di lanciarti nel mondo del lavoro come partita iva? Sai già che una volta iscritto dovrai pagare i contributi previdenziali previsti dalla cassa geometri?

Se, come è giusto che sia, ti senti spaventato, non preoccuparti. Andrà tutto bene e nelle prossime righe ti spigheremo per filo e per segno cosa e quando si paga la cassa geometri.

Cassa geometri, quando si paga? Guida ai pagamenti dei contributi previdenziali della cassa professionale dei geometri.

  1. CIPAG: deve sempre essere pagata dagli iscritti all’albo professionale?
  2. Cassa Geometri, quando si paga e sopratutto QUANTO si paga!
  3. Sanzioni per presentazione situazione reddituali tardiva.
  4. Cassa geometri quando si paga? Chi sono i soggetti che devono presentare la dichiarazione?
  5. Chi non deve presentare la dichiarazione reddituale?
  6. CIPAG 2021, quando deve essere pagata? Termini per i pagamenti della Cassa!
  7. Come pagare la cassa geometri?
  8. Compensazione contributi con crediti fiscali.
  9. Cassa geometri: quanto si paga?
  10. Quanto pagano i neo-iscritti e i praticanti?

Iniziamo a dire che l’iscrizione alla CIPAG, cassa Geometri, è un obbligo per tutti i geometri che decidono di iscriversi ad un albo professionale per poter esercitare la libera professione in maniera continuativa e non saltuaria. L’obbligo è valido anche per tutti i geometri praticanti, ma per loro i contributi soggettivi sono calcolati con una riduzione di 3/4 sul totale (i praticanti versano solo ¼ dei contributi).

CIPAG: deve sempre essere pagata dagli iscritti all’albo professionale?

In termini generali SI. L’iscrizione all’albo è presunzione di attività professionale e di possesso della partita iva. Nel caso in cui l’iscrizione all’albo professionale non sia sinonimo di attività professionale e di possesso di posizione iva sarà necessario effettuare un’apposita comunicazione in modalità di autocertificazione.

Cassa Geometri, quando si paga e sopratutto QUANTO si paga!

Pagare i contributi alla cassa geometri presuppone di aver comunicato (correttamente) i propri dati reddituali direttamente alla Cassa Geometri. Per comunicare i propri ricavi alla cassa geometri è necessario utilizzare l’apposita funzione telematica – Adempimenti Dichiarativi – Per l’anno 2021, il termine di scadenza per comunicare i propri dati reddituali è fissato al 30 settembre 2021.

Sanzioni per presentazione situazione reddituali tardiva.

In caso di presentazione tardiva saranno calcolate, in base al ritardo, delle specifiche sanzioni. Le sanzioni da riconoscere alla cassa geometri in caso si manchi il termine del 30 settembre sono:

  • 67,00 euro, in caso di presentazione entro il 31 dicembre 2021;
  • 200,00 euro, in caso di presentazione entro il 31 marzo 2022;
  • 800,00 euro, in caso di presentazione successiva al 31 marzo 2022.

Cassa geometri quando si paga? Chi sono i soggetti che devono presentare la dichiarazione?

Tutti i geometri che nel corso del 2020 presentano almeno un giorno di iscrizione alla Cassa Geometri devono presentare la dichiarazione. Devono presentare la dichiarazione anche i geometri che oggi non sono più iscritti e/o in possesso di una partita iva cosi, sono obbligati anche i professionisti che hanno conseguito redditi professionali pari a 0.

Chi non deve presentare la dichiarazione reddituale?

Non sono tenuti a presentare comunicazione i Geometri neo-iscritti e i praticanti.

CIPAG 2021, quando deve essere pagata? Termini per i pagamenti della Cassa!

Cassa geometri, pagamenti anticipati. I contributi minimi possono essere versati nelle casse anche in anticipo utilizzando la funzione – Pagamento Contributi. Se si scegli questa soluzioni i contributi saranno calcolati e suddivisi in quattro rate di pari importo da versare entro le scadenze del:

  • 1° marzo;
  • 27 aprile;
  • 28 giugno;
  • 27 agosto.

Per i geometri che non volessero optare per i pagamenti anticipati invece faranno fede le date delle previste per la presentazione della dichiarazione dei dati reddituali. Entro il 30 settembre 2021 quindi si dovrà decidere se versare i contributi, tutti insieme, in un unica soluzione entro il 30 settembre 2021; in quattro rate di pari a partire dal 30 settembre 2021, con interessi di rateazione pari all’1%; in dieci rate mensili di pari importo a partire dalla data del 30 settembre 2021, con interessi di rateazione pari al 2,5%.

Come pagare la cassa geometri?

I contributi della cassa geometri, sia nella modalità anticipata sia nella “modalità normale” o rateizzata possono essere pagati con M.Av bancario o postale; carta di credito; incasso domiciliato postale; servizi MyBank; BancoPostaOnline; servizi PostePay.

Compensazione contributi con crediti fiscali.

Alternativamente al pagamento dei contributi è prevista la possibilità di compensare i contributi con crediti fiscali attraverso il modello F24 Accise. La compensazione deve essere effettuata almeno 15 giorni prima della scadenza della dichiarazione.

Cassa geometri: quanto si paga?

La cassa geometri è calcolata secondo diverse aliquote CIPAG. Vediamo le aliquote 2021 dei contributi geometri.

  • Contributo soggettivo 2021: il contributo soggettivo è pari al 18% del reddito professionale prodotto nell’anno precedente. Superati i 156.800,00 euro di reddito, sarà dovuto solo il 3,5% sull’ulteriore reddito prodotto. A prescindere dal reddito prodotto, il Geometra iscritto alla Cassa deve versare un minimale pari a 3.340,00 euro. Il contributo soggettivo è interamente deducibile.
  • Contributo integrativo 2021: il contributo integrativo è pari al 5% del volume d’affari Iva prodotto e può essere richiesta in fattura al cliente con apposita voce. Come per il contributi soggettivo anche quello integrativo prevede un minimale pari a 1.670,00 euro. Il contributo integrativo si riduce al 4% nel caso in cui il Geometra presti la sua attività professionale nei confronti della Pubblica Amministrazione. Differentemente da quello soggettivo, quello integrativo è deducibile solo parzialmente una volta sottratta la quota del minimale addebitata in fattura sotto forma di rivalsa.
  • Contributo Maternità: ogni geometra iscritto deve versare per il 2021 un contributo maternità interamente deducibile, pari a 12 euro

Quanto pagano i neo-iscritti e i praticanti?

La Cassa Geometri prevede delle particolari agevolazioni per le categorie dei neo-iscritti e dei praticanti. Tutti i neo iscritti, per i primi cinque anni godono di un trattamento di favore cosi strutturato. Per i primi due anni la contribuzione soggettiva è ridotta ad 1/4 (con minimale di 835,00 euro). Nei successivi 3 anni il contributo soggettivo si riduce alla metà (con minimale pari ad 1.670,00 euro). Le agevolazioni per i neo-iscritti sono valide solo fino al compimento dei trent’anni.

I praticanti iscritti alla CIPAG invece sono obbligati al solo versamento del contributo minimo soggettivo ridotto ad ¼ pari a 835,00 euro.

Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNGeGL.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi