venerdì, Giugno 25, 2021
0 Carrello
Catasto

Che cosa è e come fare una voltura catastale?

La voltura catastale è un atto compiuto dal contribuente che vuole indicare all’Agenzia Entrate le modifiche riguardo i diritti reali su un bene immobile.

Voltura catastale: cosa è e come deve essere presentata?
314Visite

Che cosa è e come fare una voltura catastale? I beni immobili possono cambiare proprietario, anche più volte, nel corso della loro vita, motivo per cui il legislatore ha sempre voluto determinare quali sono le modalità attraverso cui questi beni vedono cambiare i diritti reali su di essi.

Ma andiamo con ordine e cerchiamo di meglio definire cosa è e come fare una voltura catastale.

Abbiamo già accennato che la voltura catastale è un atto burocratico con il quale un contribuente comunica all’Agenzia delle Entrate che il titolare di un determinato diritto reale su un bene immobile è cambiato.

Le motivazioni di una tale azione possono essere diverse e disparate. La modifica della proprietà di un immobile infatti può essere dipesa da una compravendita immobiliare, da un atto di successione, da una riunione di beni, da una sentenza di un tribunale e cosi via. In generale è necessaria una voltura catastale in tutti i casi in cui la proprietà di un bene immobile viene modificata.

Con la voltura quindi comunichiamo all’Agenzia delle Entrate la modifica di un diritto reale in capo ad un bene e come conseguenza otterremo l’aggiornamento della visura catastale con l’indicazione dei nuovi intestatari e l’annotazione riportante gli estremi dell’atto volturato.

Quali sono i soggetti che devono presentare la voltura catastale?

I soggetti che devono presentare materialmente una voltura catastale sono determinati dall’atto e dal negozio che richiede la voltura.

Nel caso in cui il trasferimento dei diritti reali sia una conseguenza di un atto notarile, sarà il notaio stesso a redigere e a presentare la domanda di voltura. Se il Notaio non adempio alla presentazione della voltura la richiesta può essere fatta anche dalle parti interessate.

Cosa succede però nel caso di successione ereditarie e riunioni di usufrutto?

Il nostro ordinamento prevede diversi negozi che possono essere eseguiti senza l’intervento del notaio. In questi casi per perfezionare l’atto con una voltura catastale, tale domanda, può essere presentata, entro 30 giorni dalla cessione del bene, direttamente dal privato cittadino. É sufficiente presentare una sola domanda di voltura, anche nel caso in cui i soggetti obbligati alla presentazione siano più di uno.

Cosa si rischia se non si effettua la voltura catastale su un bene immobile?

Abbiamo appena visto che la legge prevede uno specifico termine (30 giorni) per la presentazione delle domande di voltura catastale, ma cosa succede se tali domanda non vengono presentate entro questo termine?

Se le domande non vengono presentate in tempo, la Legge, stabilisce una sanzione pecuniaria calcolata per ogni anno di ritardo. La sanzione pecuniaria si prescrive in cinque anni.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi