mercoledì, Febbraio 1, 2023
0 Carrello
Ambiente

UNI TS 11300:2014 e Nuovi Decreti Attuativi: i cambiamenti

Il 2 Ottobre 2014 sono state pubblicate le norme tecniche UNI TS 11300:2014, parte 1 e 2 che introducono molte modifiche al metodo di calcolo dei contributi che determinano il fabbisogno di energia termica dell’edificio per la climatizzazione invernale ed estiva.

1.49KVisite

Tale aggiornamento rappresenta però solo l’inizio di una serie di modifiche radicali alla metodologia di calcolo della classe energetica degli edifici. È ormai prossima, infatti, l’emanazione dei decreti attuativi della Legge 90/2013 relativi ai nuovi requisiti in materia di prestazioni energetiche che stravolgeranno nuovamente il formato ed i contenuti degli attestati.
L’aggiornamento è fondamentale in quanto, nonostante le tante novità di calcolo introdotte dalle UNI/TS 11300, gli attuali attestati di prestazione energetica fanno ancora riferimento allo schema di quelli vecchi, non più in vigore da oltre un anno!
Le novità più significative riguardano la modifica dei limiti tra le classi di efficienza energetica, calcolati non più in funzione del fattore di forma dell’edificio ma in relazione alle prestazioni dell’edificio di riferimento, e, soprattutto, i servizi da considerare nell’attestato. Difatti, per calcolare la classe energetica, oltre alla climatizzazione invernale e all’acqua calda sanitaria, occorrerà considerare anche i servizi di climatizzazione estiva, di ventilazione meccanica e di illuminazione.

Inoltre, sono già attivi da tempo due gruppi di lavoro per lo sviluppo di nuove norme, la UNI/TS 11300-5 che sostituirà l’attuale “Raccomandazione CTI 14” per il calcolo del fabbisogno di energia primaria e la UNI/TS 11300-6 che si occuperà dei fabbisogni energetici richiesti dagli impianti interni agli edifici quali scale mobili, ascensori, ecc.

Risulta fondamentale, quindi, avvalersi di strumenti di lavoro in grado di fornire tutte le informazioni indispensabili a produrre attestati professionali ed in linea con le più recenti disposizioni normative. 

In tal senso Blumatica ha ideato la tcnologia SAAT (Software as a Teacher), una rivoluzionaria alchimia che consente di apprendere la tematica tecnica e normativa man mano che si utilizza il software grazie al supporto di tutorial audio/video, help contestuali ed interfacce studiate ad hoc.

Il software Blumatica Energy incarna tale tecnologia agevolando il lavoro di migliaia di certificatori che lo usano con successo.

Ma Blumatica è andata oltre, adottando una politica commerciale che, a soli € 155,00, offre tutto quanto necessario all’attività del certificatore doc: elaborazione di APE e AQE, relazione tecnica e di calcolo, trasmittanze termiche e verifiche termoigrometriche, fattibilità degli interventi migliorativi e CAD integrato.

In più, Blumatica consente di gestire casi di climatizzazione mista, multigenerazione e sistemi bivalenti o polivalenti.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi