venerdì, gennaio 18, 2019
0 Carrello
Ambiente

L’evoluzione della figura professionale del geometra passa anche per la scuola

Nella sede del Collegio Provinciale dei Geometri e Geometri Laureati di Enna l’incontro con i docenti degli istituti tecnici, settore tecnologico, indirizzo Costruzioni delle province di Enna e Caltanissetta

L’evoluzione della figura professionale del geometra italiano
125Visite

Scopo dell’appuntamento, organizzato in collaborazione con il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Caltanissetta, è stato quello di individuare e perfezionare strategie volte alla valorizzazione del percorso formativo. In un contesto di rapida evoluzione delle tecnologie e delle metodiche lavorative diventa quanto mai necessario adattare il quadro formativo a tali cambiamenti per favorire una stretta sinergia tra scuola e mondo occupazionale. In questo modo è possibile offrire nuovi e stimolanti sbocchi professionali.

Proprio da questo punto è partito il Presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Enna, Silvestro Zammataro, nel suo discorso di apertura dei lavori: “Il diplomato in Costruzioni Ambiente e Territorio – ha detto – opera in un contesto lavorativo in continua evoluzione: la Green Economy, la bioarchitettura, il risanamento degli edifici, la salvaguardia del territorio, i nuovi materiali da costruzione, la sicurezza nei cantieri, la progettazione CAD, la geomatica, il laser scanner, i droni e la valutazione degli immobili secondo gli standard internazionali sono alcuni degli ambiti professionali in grado di garantire ai giovani ampie opportunità di lavoro”.

Il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Enna è da tempo impegnato nel dare nuove opportunità di crescita professionale ai giovani, non solo offrendo concrete esperienze di lavoro ma anche mettendo a disposizione le competenze dei professionisti. Tra questi Giovanni Cosentino, responsabile provinciale di Georentiamoci che è intervenuto durante l’incontro in qualità di referente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Enna insieme a Michele Cortese e Massimo Emma referenti del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Caltanissetta. Sulla centralità dell’orientamento scolastico nelle scuole secondarie di primo grado si è concentrato l’intervento di Giovanni Cosentino che ha parlato della necessità di indirizzare i ragazzi delle scuole medie in maniera adeguata, puntando su progetti mirati.

È il caso dei Laboratori BaM, Building and Modeling, promossi dalla Fondazione Geometri Italiani, con lo scopo di educare gli studenti sui temi della sicurezza sul lavoro, la sostenibilità ambientale, la prestazione energetica e la progettazione multimediale. Un percorso che si è rivelato molto efficace secondo il punto di vista di Giovanni Cosentino: i ragazzi si cimentano nella fase di progettazione e del disegno 3D che i tecnici svolgono durante l’attività professionale.

I docenti che hanno preso parte all’incontro si sono soffermati in particolare sull’importanza di una didattica curricolare che metta al centro non solo l’attività che si svolge in aula, ma che consenta altresì di mettersi alla prova attraverso esperienze sul campo con imprese, enti pubblici e privati o studi professionali. Il tutto in un’ottica di un sistema scolastico complesso che sia sempre più al passo con i cambiamenti e connesso con il mondo esterno.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi