venerdì, Febbraio 23, 2024
0 Carrello
Catasto

Indice di Edificabilità: Calcolo e Normative da conoscere

Indice di fabbricabilità. Che cosa è, quante tipologie esistono, come si calcola e perché è cosi importante.

Indice di Edificabilità: Calcolo e Normative da conoscere
10.7KVisite

L’indice di edificabilità, detto anche indice di fabbricabilità, è un concetto chiave nel campo dell’urbanistica che fornisce informazioni fondamentali sulla densità edilizia e regola le possibilità e le restrizioni per la costruzione in un determinato spazio territoriale. In questo articolo, esploreremo le diverse tipologie, vedremo come calcolare correttamente l’indice di edificabilità e analizzeremo le normative che ne disciplinano l’applicazione.

  1. Tipologie di Indice di Edificabilità
  2. Come calcolare l’indice di Fabricabilità?
  3. Indice di Edificabilità per i Terreni Agricoli
  4. Normative e Regolamentazioni
  5. Parametro fondamentale per la pianificazione urbana.
  6. Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Indice di edificabilità. Che cosa è, quante tipologie esistono, come si calcola e perché è cosi importante.

Tipologie di Indice di Edificabilità

Esistono principalmente due tipologie di indice di edificabilità: l’indice di Edificabilità territoriale e l’indice di edificabilità fondiaria.

  • L’indice di edificabilità / fabbricabilità territoriale è comunemente noto come indice lordo ed è utilizzato per valutare l’urbanizzazione di vaste aree. Questa tipologia di indice tiene conto dell’intera zona, inclusi gli spazi riservati alle infrastrutture pubbliche.
  • L’indice di edificabilità fondiaria, invece, riguarda porzioni specifiche di terreno e determina se è possibile costruire una struttura su di esse. Questa tipologia è particolarmente importante per i proprietari privati che desiderano costruire una casa o un edificio su un terreno di loro proprietà.

Come calcolare l’indice di fabbricabilità?

Il calcolo dell’indice di edificabilità si basa su una semplice formula che confronta il volume edificabile con l’area totale del terreno: N = M3/M2.

Di seguito, una spiegazione dei valori presenti nella formula:

  • N rappresenta l’indice di fabbricabilità, solitamente espresso come un valore decimale.
  • M3 indica il volume edificabile.
  • M2 rappresenta l’area totale del terreno, misurata in metri quadrati.

Una volta ottenuto questo rapporto, è possibile determinare la quantità di metri cubi disponibili per la costruzione di una struttura.

Indice di Edificabilità per i Terreni Agricoli

Quando si considera un terreno agricolo, è fondamentale tenere conto delle specifiche normative che disciplinano questo tipo di area. I terreni agricoli sono generalmente identificati nel piano regolatore con la lettera “E” e sono destinati principalmente all’attività agricola.

Solitamente, un terreno contrassegnato con la lettera “E” è riservato esclusivamente all’agricoltura e non può essere utilizzato per altri scopi. Tuttavia, sorge la domanda se sia possibile costruire una struttura su un terreno agricolo.

Normative e Regolamentazioni

Le normative relative all’indice di fabricabilità possono variare da paese a paese e da regione a regione. È fondamentale consultare il piano regolatore del proprio comune e verificare le specifiche normative che si applicano al terreno di interesse.

In generale, i terreni agricoli sono soggetti a restrizioni più rigorose rispetto ad altre aree, poiché la salvaguardia delle risorse agricole è considerata prioritaria. Tuttavia, in alcune circostanze, potrebbero esistere eccezioni o procedure per la trasformazione di terreni agricoli in zone edificabili.

Parametro fondamentale per la pianificazione urbana.

L’indice di edificabilità, che come abbiamo visto è spesso noto anche come indice di fabbricabilità territoriale, rappresenta un parametro fondamentale per la pianificazione urbana. Comprendere le diverse tipologie di indice di fabbricabilità, il calcolo corretto e le normative vigenti consente di valutare le possibilità di costruzione su un terreno specifico, che sia territoriale o agricolo. È indispensabile informarsi adeguatamente sulle norme locali e consultare esperti del settore per una valutazione accurata delle potenzialità edificatorie e per evitare violazioni delle regolamentazioni vigenti.

Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNGeGL.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi