lunedì, Novembre 29, 2021
0 Carrello
AttualitàProfessionisti

Green Pass Studi Professionali: scatta l’obbligo greenpass

Dal 15 ottobre titolari e dipendenti degli studi professionali sono obbligati ad esibire il Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro.

Green Pass Studi Professionali: scatta l’obbligo greenpass
488Visite

Green Pass Studi Professionali, da venerdi 15 ottobre scatta l’obbligo greenpass anche per tutti i titolari e i dipendenti degli studi professionali. L’obbligo di esibire la certificazione verde per poter accedere all’interno degli studi professionali sarà vigente fino al 31 dicembre 2021.

Dal 15 ottobre titolari e dipendenti degli studi professionali sono obbligati ad esibire il Green Pass per accedere ai luoghi di lavoro.

L’obbligo di Green Pass Studi Professionali è stato introdotto in Italia dal Decreto Legge 127 del 21 settembre 2021. Il DL prevede chiaramente un esplicito obbligo, a carico di Datore di Lavoro e Dipendenti degli studi professionali, di esibire il Green Pass.

In Questo Articolo:

  1. Green Pass Studi di progettazione: chi controlla la validità o meno della Certificazione Verde?
  2. Come verificare il Green Pass all’ingresso degli Studi Professionali?
  3. Le Sanzioni: cosa succede nel caso non si esibisca la certificazione verde?
  4. Cosa rischiano i dipendenti privi di Certificazione Verde!
  5. Clienti degli studi professionali: come comportarsi?

L’obbligo ricade su “tutti i soggetti che svolgono attività lavorativa o formativa, anche con contratti esterni”, risultano quindi obbligati al Green Pass anche i tirocinanti, i praticanti, i volontari e i fornitori di beni e servizi (addetti alla manutenzione degli impianti antincendio, personale addetto alle pulizie …) che per diversi motivi devono accedere ai luoghi di lavoro.

Green Pass Studi di progettazione: chi controlla la validità o meno della Certificazione Verde?

Il possesso e la validità della certificazione verde di datori di lavoro e dipendenti può essere verificata in totale autonomia decisionale dai titolari degli studi professionali.

Le modalità di controllo (il controllo andrà fatta possibilmente prima dell’ingresso delle persone negli studi professionali ndr) sono quindi decise dai datori di lavoro che, in piena libertà decisionale, possono delegare al controllo uno o più dei loro dipendenti.

I dipendenti degli studi professionali delegati al controllo, che potrà essere eseguito sui restanti dipendenti anche a campione, dovranno essere formalmente autorizzati e individuati.

Come verificare il Green Pass all’ingresso degli Studi Professionali?

Il controllo può essere svolto molto semplicemente utilizzando l’app “Verifica C19”. Per effettuare il controllo con l’App ufficiale del governo italiano, sviluppata dal Ministero della Salute in collaborazione con il Ministero per l’Innovazione Tecnologica, è sufficiente scaricare l’applicazione su uno smartphone e scannerizzare il Qr-code.

L’Applicazione memorizza nessun tipo di dato sensibile e non consente la comunicazione a terzi dei dati scansionati in quanto la verifica del codice QR viene fatta in modalità offline.

Le Sanzioni: cosa succede nel caso non si esibisca la certificazione verde?

Dipendenti, titolari e collaboratori degli studi professionali che non esibiscono il green pass andranno incontro a una sanzione variabile da 600 euro a 1500 euro.

I dipendenti privi di greenpass dovranno essere considerati come assenti ingiustificati e tali saranno considerati fino a esibizione di certificazione verde oppure fino alla scadenza temporale dell’obbligo prevista per il 31 dicembre 2021.

I datori di lavoro che invece si rifiutano di controllare la certificazione verde andranno incontro a una sanzione variabile da 400 euro a 1000 euro.

Cosa rischiano i dipendenti privi di Certificazione Verde!

Ai dipendenti che non esibiscono il Green Pass, non verrà riconosciuto il diritto alla retribuzione ne gli eventuali compensi previsti per i giorni di assenza ingiustificata.

Oltre la sospensione dello stipendio non verrà però riconosciuta nessuna ulteriore conseguenza e il dipendente conserverà il suo posto di lavoro.

Clienti degli studi professionali: come comportarsi?

Per quanto riguarda i clienti degli studi professionali non è previsto nessun obbligo di esibizione green pass. Il Decreto Legge non fa nessun riferimento agli utenti e ai clienti che entrano nei luoghi di lavoro.

Pur non essendo previsto un obbligo di Green Pass, per i clienti che accedono agli studi professionali rimangono valide le indicazioni contenute nel protocollo Anti Covid-19 (allegato 9 al DPCM 2 marzo 2021).

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi