venerdì, Giugno 25, 2021
0 Carrello
Professionisti

Come diventare geometra iscritto all’Albo?

Diplomato CAT, poi Geometra Libero Professionista: come orientarsi tra i percorsi previsti per conseguire l’abilitazione e la successiva iscrizione all'Albo professionale

Come diventare geometra? Tutti gli step da compiere!
23KVisite

Conseguito il titolo – e trascorse le meritate vacanze estive – migliaia di neo-diplomati CAT si accingono ad intraprendere il percorso che, storicamente, più appartiene alla figura del geometra: la libera professione. Dal Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati una “mappa” per orientarsi tra i percorsi previsti per conseguire l’abilitazione e la successiva iscrizione all’Albo professionale

Dopo aver conseguito il diploma di istruzione tecnica, indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio CAT (ex Istituto Tecnico per Geometri ITG), per diventare geometra è necessario superare l’esame di abilitazione all’esercizio della professione.

Come accedere all’esame di Stato di abilitazione

E’ possibile accedere all’esame di abilitazione professionale scegliendo uno dei seguenti percorsi:

  • tirocinio della durata massima di 18 mesi presso studi professionali di geometra, architetto o ingegnere civile iscritti da almeno 5 anni nei rispettivi albi professionali o laureati nelle classi che consentono l’accesso all’esame di Stato per l’esercizio della professione di geometra;
  • svolgimento di attività tecnica subordinata di almeno 18 mesi, conformemente a quanto previsto dalla normativa vigente in materia;
  • frequenza, con profitto, di corsi di formazione professionale organizzati dai Collegi per un periodo non superiore a 6 mesi e secondo lo schema allegato al regolamento approvato dal CNGeGL ai sensi del DPR n. 137/2012;
  • frequenza, con profitto, di corsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) della durata di 4 semestri, comprensivi di tirocinio della durata di almeno 6 mesi e coerenti con le attività libero professionali previste dall’Albo (art. 55, comma 3, DPR n. 328/2001);
  • frequenza, con profitto, di percorsi didattico-formativi attuati dagli Istituti Tecnici Superiori (ITS) della durata di 4 semestri, comprensivi di tirocinio della durata di almeno 6 mesi ;
  • lauree nelle classi L7 (Ingegneria civile e ambientale), L17 (Scienze dell’architettura), L21 (Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale), L23 (Scienze e tecniche dell’edilizia), comprensive di tirocinio della durata di almeno 6 mesi;
  • lauree specialistiche nelle classi 4/S (Architettura e Ingegneria Edile) e 54/S (Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale), nonché lauree magistrali nelle classi LM-4 (Architettura e Ingegneria Edile – Architettura) e LM-48 (Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale), comprensive di tirocinio della durata di almeno 6 mesi.

L’iscrizione all’Albo professionale

Superato l’esame di Stato e conseguita l’abilitazione, il geometra potrà iscriversi all’Albo professionale tenuto dal Collegio dei Geometri competente per territorio, dal quale otterrà il timbro personale. Potrà quindi operare su tutto il territorio nazionale e in tutti gli stati membri della Comunità Europea che riconoscono la figura professionale di geometra.

Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNGeGL.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi