venerdì, settembre 21, 2018
0 Carrello
Professionisti

Come diventare geometra iscritto all’Albo?

Diplomato CAT, poi Geometra Libero Professionista: come orientarsi tra i percorsi previsti per conseguire l’abilitazione e la successiva iscrizione all'Albo professionale

Come diventare geometra? Tutti gli step da compiere!
324Visite

Conseguito il titolo – e trascorse le meritate vacanze estive – migliaia di neo-diplomati CAT si accingono ad intraprendere il percorso che, storicamente, più appartiene alla figura del geometra: la libera professione. Dal Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati una “mappa” per orientarsi tra i percorsi previsti per conseguire l’abilitazione e la successiva iscrizione all’Albo professionale

Dopo aver conseguito il diploma di istruzione tecnica, indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio CAT (ex Istituto Tecnico per Geometri ITG), per diventare geometra è necessario superare l’esame di abilitazione all’esercizio della professione.

Come accedere all’esame di Stato di abilitazione

E’ possibile accedere all’esame di abilitazione professionale scegliendo uno dei seguenti percorsi:

  • tirocinio della durata massima di 18 mesi presso studi professionali di geometra, architetto o ingegnere civile iscritti da almeno 5 anni nei rispettivi albi professionali o laureati nelle classi che consentono l’accesso all’esame di Stato per l’esercizio della professione di geometra;
  • svolgimento di attività tecnica subordinata di almeno 18 mesi, conformemente a quanto previsto dalla normativa vigente in materia;
  • frequenza, con profitto, di corsi di formazione professionale organizzati dai Collegi per un periodo non superiore a 6 mesi e secondo lo schema allegato al regolamento approvato dal CNGeGL ai sensi del DPR n. 137/2012;
  • frequenza, con profitto, di corsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) della durata di 4 semestri, comprensivi di tirocinio della durata di almeno 6 mesi e coerenti con le attività libero professionali previste dall’Albo (art. 55, comma 3, DPR n. 328/2001);
  • frequenza, con profitto, di percorsi didattico-formativi attuati dagli Istituti Tecnici Superiori (ITS) della durata di 4 semestri, comprensivi di tirocinio della durata di almeno 6 mesi ;
  • lauree nelle classi L7 (Ingegneria civile e ambientale), L17 (Scienze dell’architettura), L21 (Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale), L23 (Scienze e tecniche dell’edilizia), comprensive di tirocinio della durata di almeno 6 mesi;
  • lauree specialistiche nelle classi 4/S (Architettura e Ingegneria Edile) e 54/S (Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale), nonché lauree magistrali nelle classi LM-4 (Architettura e Ingegneria Edile – Architettura) e LM-48 (Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale), comprensive di tirocinio della durata di almeno 6 mesi.

L’iscrizione all’Albo professionale

Superato l’esame di Stato e conseguita l’abilitazione, il geometra potrà iscriversi all’Albo professionale tenuto dal Collegio dei Geometri competente per territorio, dal quale otterrà il timbro personale. Potrà quindi operare su tutto il territorio nazionale e in tutti gli stati membri della Comunità Europea che riconoscono la figura professionale di geometra.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi