domenica, Aprile 11, 2021
0 Carrello
Edilizia

APE Attestato di Prestazione Energetica: come e perché richiederlo?

Importanza socio economica dell’APE attestato di prestazione energetica. Come redigerlo, perché farlo e quanto conviene farlo!

APE Attestato di Prestazione Energetica: come e perché richiederlo?
250Visite

L’APE attestato prestazione energetica è un importante documento, obbligatorio per poter procedere a diversi atti pubblici, che il proprietario dell’immobili dovrebbe sempre preoccuparsi di avere e di aggiornarlo.

L’importanza dell’APE attestato di Prestazione Energetica risulta estremamente evidente nel caso di compravendite immobiliari o in occasione di locazioni. Sia per la vendita sia per un affitto infatti (anche nel caso si decida di passare attraverso una procedura seguita da un agenzia immobiliare) è obbligatorio essere in possesso di un attestato di certificazione energetica della durata temporale di dieci anni.

La durata decennale è sempre valida a patto che non vengano effettuati sull’immobile lavori tali da rendere necessaria una nuova APE che, come nel caso di quella originaria, dovrà sempre essere effettuata da un tecnico specializzato e riconosciuto come certificatore energetico.

Chi sono i certificatori energetici?

I certificatori energetici sono dei professionisti abilitati (spesso sono geometri, periti o ingegneri) che hanno superato un esame di abilitazione professionale e si sono iscritti presso le regioni di appartenenze a degli elenchi professionali pubblici.

Come fare un APE Attestato di Prestazione Energetica?

Per la stesura di un Attestato di Prestazione Energetica APE è necessario prevedere sempre un sopralluogo professionale nell’immobile da sottoporre ad APE. Il professionista incaricato infatti deve sempre verificare ed eseguire tutta una serie di analisi.

L’obiettivo è quello di valutare le caratteristiche strutturali dell’immobile stesso prendendo in esame specifici parametri e caratteristiche come: tipologia degli infissi, presenza o meno di una caldaia, tipologia della caldaia, installazioni precedenti d’impianti di auto-produzione di energia, modalità di esposizione alla luce solare.

Questi sono solo alcuni dei parametri che un certificatore energetico deve valutare quando si trova a dover redigere un APE. Ovviamente l’utilizzo di software professionali progettati appositamente per lo scopo può aiutare, e non poco, il lavoro di analisi e di stesura.

Una volta redatta l’APE, la certificazione andrà conservata con attenzione dal proprietario immobiliare e una copia dovrà invece essere spedita (questa azione deve essere fatta in automatico dal certificatore energetico incaricato) al registro informatico regionale.

Valutando i dati per la stesura dell’APE dovranno essere esaminati e riportati anche i dati del proprietario dell’’immobile e le caratteristiche tecniche dell’immobile (oltre quelle specifiche alla dispersione energetica), i dati catastali e l’anno di costruzione dell’immobile.

Perché bisogna fare un APE attestato prestazione energetica?

Acquistare o affittare una casa dotata di APE attestato di prestazione energetica significa scegliere un immobile del quale si conosce il livello esatto di dispersione energetica e sul quale si può fare una previsione molto dettagliata sui futuri costi di riscaldamento e di raffrescamento.

Conoscere quale sia il grado di efficienza energetica dell’appartamento in cui si vive, infatti, permette di valutare al meglio la possibilità di ridurre i consumi energetici e di abbattere i costi in bolletta.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi