giovedì, Febbraio 22, 2024
0 Carrello
Edilizia

Analisi petrografica: guida completa

Analisi petrografica. Che cosa è, come si esegue, a cosa serve e perchè bisogna farla?

Analisi petrografica: guida completa
487Visite

L’analisi petrografica rappresenta una metodologia avanzata per valutare anomalie nel comportamento del calcestruzzo.

Analisi petrografica. Che cosa è, come si esegue, a cosa serve e perché bisogna farla?

  1. Obiettivo di un’analisi petrografica
  2. A cosa serve?
  3. Benefici e motivi per eseguire una analisi petrografica
  4. Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Questa tecnica impiega microscopi per osservare campioni di roccia o calcestruzzo, permettendo di identificare le loro proprietà minerali e chimiche. I campioni per questo tipo di analisi possono essere raccolti sia da aggregati grossolani che da carote di calcestruzzo. Per prepararli all’osservazione, vengono tagliati, levigati e lucidati, creando sezioni appropriate (sia lucide che sottili). L’osservazione avviene tramite un microscopio petrologico, che utilizza luce sia riflessa che trasmessa, che può essere di varie tipologie, inclusa quella ultravioletta o polarizzata.

Obiettivo di un’analisi petrografica

L’obiettivo di questa analisi è assicurarsi che materiali come roccia frantumata, sedimenti glaciofluviali e materiali riciclati soddisfino requisiti di qualità elevati, indispensabili per l’impiego in costruzioni. Materiali adeguati garantiscono durata, resistenza a influenze esterne e vantaggi economici per progetti infrastrutturali di grande portata.

A cosa serve?

L’analisi petrografica può rivelare diverse caratteristiche:

  • Tipologie, proporzioni, classificazione, forma e stato degli aggregati
  • Composizione della pasta cementizia, includendo aggiunte minerali come ceneri volanti, e il livello di idratazione
  • Presenza di materiali dannosi, caratteristiche della pasta cementizia e della porosità
  • Profondità della carbonatazione
  • Integrità del legame tra aggregato e pasta cementizia
  • Reazioni a solfati, danni da gelo, attacchi chimici e reazioni alcali-silice
  • Profondità e temperatura del danno da incendio
  • Valutazione dell’aria intrappolata.

Benefici e motivi per eseguire una analisi petrografica

  • Valutazione dello stato del calcestruzzo già in opera per decidere se riutilizzarlo o sostituirlo
  • Identificazione delle cause di deterioramento superficiale, scheggiature, erosione e danni da abrasione
  • Classificazione delle crepe e analisi delle cause di fessurazione
  • Individuazione delle cause di degrado del calcestruzzo, come reazioni alcali-silice, alcali-carbonato, attacchi di solfato e effetti di attacchi chimici (inclusi i cloruri)
  • Valutazione del contenuto di aria intrappolata
  • Determinazione del rapporto acqua/cemento
  • Analisi della densità, assorbimento e volume di porosità (secondo la norma ASTM C642)
  • Esame delle principali cause di bassa resistenza alla compressione a diversi intervalli temporali (7, 28, 56 giorni)
  • Confronto tra il calcestruzzo indurito e le specifiche della miscela
  • Valutazione dei danni causati da incendi.

Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNGeGL.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi