venerdì, Febbraio 23, 2024
0 Carrello
Attualità

Aliquota IVA ridotta al 10% per la trasformazione dei mercati locali

IVA ridotta al 10% per la trasformazione dei mercati locali: occasioni per progettisti e amministrazioni comunali.

Aliquota IVA ridotta al 10% per la trasformazione dei mercati locali
736Visite

Aliquota IVA ridotta al 10% per la trasformazione dei mercati locali. Il vantaggio IVA al 10% è offerto in connessione con tutti i servizi e le operazioni legate a un accordo di appalto per realizzare lavori edili destinati al recupero e al miglioramento conservativo, alla rifacimento degli edifici o al rinnovo urbano.

IVA ridotta al 10% per la trasformazione dei mercati locali: occasioni per progettisti e amministrazioni comunali.

  1. Aliquota IVA ridotta al 10% per il rinnovo e la creazione dei mercati locali
  2. IVA ridotta al 10% per lavori di rifacimento, restauro e rinnovo urbano
  3. Creazione di mercati locali: lavori, infrastrutture ed edifici con IVA ridotta
  4. IVA ridotta al 10% per interventi di sviluppo urbano: precisazioni rilevanti
  5. CYPECAD
  6. Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

L’IVA ridotta può essere applicata anche ai lavori di sviluppo urbano primario e secondario, indipendentemente dal tipo di edificio o infrastruttura coinvolta, a condizione che si tratti di edifici per aree urbane o da sviluppare.

Mentre gli interventi di sviluppo urbano primario sono progettati per soddisfare le necessità fondamentali della popolazione, l’urbanizzazione secondaria copre quegli interventi che, anche se non essenziali, sono vitali per migliorare il benessere e la qualità dei servizi offerti agli abitanti. Un esempio di quest’ultimo sono i mercati locali, per i quali è possibile ottenere l’IVA al 10% per la loro creazione e trasformazione.

Aliquota IVA ridotta al 10% per il rinnovo e la creazione dei mercati locali

Recentemente, nel feedback all’interpello n. 415 del 3 agosto 2023, è stato presentato un caso di un comune che ha in programma di avviare diversi progetti: il rinnovamento dei mercati locali e di alcuni edifici comunali, attraverso la completa ristrutturazione e sostituzione delle strutture esistenti e la riqualificazione per stimolare la rigenerazione urbana finanziata dal PNRR.

Il Comune mira a beneficiare delle norme del DL n. 152 del 6 novembre 2021, che destina fondi per progetti integrati finalizzati a migliorare l’integrazione sociale e la rigenerazione urbana, tra gli altri.

IVA ridotta al 10% per lavori di rifacimento, restauro e rinnovo urbano

Riguardo all’IVA ridotta al 10%, le specifiche fiscali si riferiscono al DPR n. 633 del 26 ottobre 1972, che dettaglia tutti i beni e servizi che possono usufruire dell’IVA ridotta. Questa legge ha subito varie modifiche nel corso degli anni, ma i tipi di interventi ammissibili rimangono invariati.

Creazione di mercati locali: lavori, infrastrutture ed edifici con IVA ridotta

Relativamente al progetto di creazione di un nuovo mercato temporaneo, l’agenzia fiscale chiarisce le disposizioni applicabili, citando vari riferimenti legislativi che stabiliscono i criteri e le condizioni per l’applicazione dell’IVA al 10%.

IVA ridotta al 10% per interventi di sviluppo urbano: precisazioni rilevanti

In aggiunta a quanto sopra, l’Agenzia delle Entrate sottolinea che l’IVA ridotta al 10% è applicabile indipendentemente dalla finalità dell’edificio in costruzione. Ciò significa che, sia che si tratti di un mercato di quartiere temporaneo sia che si tratti di una struttura permanente, l’IVA agevolata al 10% può essere applicata in entrambi i casi.

L’Agenzia delle Entrate sottolinea anche che è essenziale garantire che le opere di urbanizzazione, sia primarie che secondarie, siano strettamente legate alle necessità urbanistiche della zona in questione. La realizzazione di queste strutture deve avere un impatto diretto e tangibile sulla qualità della vita della comunità locale e sulla sua crescita economica e sociale.

Se il Comune decide di realizzare un mercato di quartiere in una zona specifica, deve dimostrare che tale decisione è stata presa in considerazione delle esigenze specifiche di quella comunità. Questo, in combinazione con i requisiti di IVA agevolata, garantirà che i vantaggi economici siano trasferiti direttamente agli abitanti del quartiere.

Per quanto riguarda i mercati temporanei, la loro natura temporanea non esclude la possibilità di beneficiare dell’IVA agevolata al 10%. Tuttavia, è fondamentale che tali strutture temporanee rispondano a reali esigenze della comunità e non siano solo una soluzione temporanea senza un obiettivo a lungo termine.

In conclusione, l’IVA agevolata al 10% per la riqualificazione dei mercati di quartiere rappresenta una grande opportunità per i Comuni e le comunità locali. Se utilizzata correttamente, questa misura può portare a una vera e propria trasformazione delle zone urbanizzate, migliorando la qualità della vita degli abitanti e promuovendo una crescita sostenibile e inclusiva. Pertanto, è essenziale che i Comuni si avvalgano di questa opportunità in modo responsabile e con una visione chiara per il futuro del quartiere.

Sei un geometra? La tua professione richiede un aggiornamento continuo?

Unione Professionisti ti dà la possibilità di progettare e completare da solo il tuo percorso di studi, proponendoti tutti i suoi corsi, sviluppati in modalità FAD asincrona, accreditati presso il CNGeGL.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi