|
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Geometri

“Incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico”

Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico dello scorso 23 giugno 2016, “Incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico”

 


“Incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico”

Il Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico dello scorso 23 giugno 2016, “Incentivazione dell’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico”, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 29 giugno e in vigore dal 15 luglio, aggiorna i meccanismi d’incentivazione degli impianti a fonti rinnovabili, diversi dal fotovoltaico, introdotti dal precedente decreto ministeriale del 6 luglio 2012.

Gli incentivi possono essere richiesti per impianti nuovi, integralmente ricostruiti, riattivati, oggetto di interventi di potenziamento o di rifacimento ed entrati in esercizio dal 1° gennaio 2013. Per richiedere gli incentivi sono previste tre differenti modalità, a seconda della tipologia di fonte e della potenza dell’impianto.

Su tale importante ed attuale provvedimento ministeriale, il Distretto Produttivo Regionale Pugliese delle Energie Rinnovabili e dell'Efficienza Energetica “La Nuova Energia”, assieme al Politecnico di Bari e all’Ordine degli Ingegneri di Bari, ha organizzato martedì, 26 luglio 2016 presso l’Aula delle videoconferenze del Politecnico di Bari, un seminario tecnico di approfondimento sul nuovo decreto incentivazioni per lo sfruttamento delle fonti energetiche rinnovabili diverse dal fotovoltaico.

L’evento, ha rapresentato un’occasione imperdibile per le imprese interessate in quanto il decreto ministeriale del 23 giugno 2016, come detto, aggiorna i meccanismi d’incentivazione degli impianti a fonti rinnovabili.

 

Il seminario, con intervento specifico del Responsabile Impianti a Fonti Rinnovabili del GSE, ing. Andros Racchetti, ha proposto na analsi nel dettaglio del nuovo Dm individuando affinità e differenze con il precedente e di studiando gli elementi su cui porre attenzione nella corsa ad ostacoli per l'accesso ai meccanismi incentivabili.




Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!