martedì, marzo 19, 2019
0 Carrello
Attualità

A Milano prezzi case in aumento in tutte le zone. A Roma invece la ripresa stenta ad arrivare!

Gli ultimi dati relativi all’andamento del mercato immobiliare evidenziano una distanza crescente fra le performance rilevate a Roma e quelle di Milano

Mercato immobiliare: Roma e Milano, Alfa e Omega
120Visite

Gli ultimi dati relativi all’andamento del mercato immobiliare evidenziano una distanza crescente fra le performance rilevate a Roma e quelle di Milano: nella Capitale il mattone stenta a ripartire mentre il capoluogo meneghino registra valori in costante aumento. Questa situazione si riflette anche sull’andamento del mercato nei singoli quartieri. Secondo il focus di Immobiliare.it ne delle due metropoli, a Milano tutte le aree sono coinvolte nel trend di crescita dei prezzi, mentre a Roma più di un’area su tre registra valori in stallo o in diminuzione rispetto all’anno scorso.

I quartieri con la maggiore crescita

Il quartiere milanese che ha registrato la miglior performance nel corso degli ultimi dodici mesi è quello di Città Studi, dove i valori del residenziale, complice una domanda in costante aumento, sono saliti del 20% (4.595 euro/mq). Seguono con una crescita del 15% i quartieri di Istria-Maggiolina e di Cimiano-Adriano-Crescenzago, con valori al metro quadro pari rispettivamente a 3.641 euro e 2.573 euro.

Sono più contenute le oscillazioni rilevate nei primi tre quartieri romani saliti sul podio delle miglior performance immobiliari: la prima è la zona dei Colli Albani-Appio Latino, dove i prezzi in un anno risultano aumentati del 13% (4.045 euro/mq). A seguire si trovano, a pari merito, le più centrali Aventino-San Saba-Caracalla (6.371 euro/mq) e Testaccio-Trastevere (6.031 euro/mq), dove i valori sono cresciuti dell’11%, e la zona di Trigoria-Castel Romano (2.083 euro/ma), trascinata dagli interventi di nuova costruzione. Al terzo posto, con un aumento del 10%, si trova l’area di Monteverde-Gianicolense-Colli Portuensi (4.197 euro/mq).

Le aree top

Dati alla mano, una casa vista Duomo batte per valore un’abitazione con affaccio sul Colosseo: all’ombra della Madonnina la spesa media al metro quadro da mettere in conto è di 9.184 euro mentre al centro di Roma la cifra si ferma a 7.865 euro/mq. Le due aree sono naturalmente le più care delle rispettive città, ma cosa segue sui due podi?

A Roma il secondo e terzo posto di aree più care è occupato da due zone già citate per le loro ottime performance nell’ultimo anno, vale a dire Aventino-San Saba-Caracalla e Testaccio-Trastevere, entrambe con valori al metro quadro che superano i 6.000 euro. Per Milano il podio è occupato, dopo il Centro, dalla zona di Garibaldi-Moscova-Porta Nuova, con una media vicina ai 9.000 euro al metro quadro, e da quella di Quadronno-Palestro-Guastalla con prezzi medi di quasi 8.000 euro/mq.

Le aree più economiche

A Milano le tre aree meno care in assoluto registrano comunque valori in aumento, rispetto all’anno scorso, e i prezzi medi risultano sempre al di sopra dei 2.000 euro/mq. La più economica è l’area di Baggio-Bisceglie-Olmi dove, a fronte di un aumento annuale del 5%, i prezzi si attestano a 2.286 euro/mq. A seguire si trova il quartiere di Affori-Bovisa in cui, dopo un incremento del 9%, i valori hanno raggiunto la media di 2.503 euro/mq. La terza zona meno cara di Milano è la già citata Cimiano-Adriano-Crescenzago.

Sono lontani i valori medi rilevati nelle tre periferie meno care di Roma, dove i prezzi al metro quadro non raggiungono mai la soglia dei 2.000 euro, nonostante anche qui i valori nell’ultimo anno risultino in aumento. Segnano un +9% i prezzi rilevati nell’area di Lunghezza-Castelverde, dove la media si ferma a 1.680 euro/mq. A seguire si trovano i valori della zona di Borghesiana-Finocchio (1.787 euro/mq), dove si è comunque registrato un incremento del 5% su base annuale e, al terzo posto, l’area di Ponte di Nona-Torre Angela, con una media di 1.976 euro/mq, cifra salita del 7% in un anno.

«Mentre a Roma la ripresa immobiliare si muove ancora a macchia di leopardo, a Milano tutte le zone sono già coinvolte nel trend positivo – commenta Carlo Giordano, Amministratore Delegato di Immobiliare.it SpA – Grazie alla sua naturale conformazione territoriale, alle infrastrutture e ai servizi offerti ai cittadini il capoluogo meneghino compete ormai a tutti gli effetti, anche in campo immobiliare, con le grandi capitali europee come Madrid, Parigi o Berlino».

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi