mercoledì, luglio 24, 2019
0 Carrello
Eventi

Lo sport è una missione comune: incontro formativo sulla progettazione, ristrutturazione e manutenzione degli impianti sportivi

Un’iniziativa volta alla promozione e alla più ampia diffusione delle opportunità messe a disposizione da “SPORT MISSIONE COMUNE” e “COMUNI IN PISTA

Lo sport è una missione comune: come rigenerare gli impianti sportivi
214Visite

Un’iniziativa volta alla promozione e alla più ampia diffusione delle opportunità messe a disposizione da “SPORT MISSIONE COMUNE” e “COMUNI IN PISTA”, i due bandi dell’Istituto del Credito Sportivo – pubblicati in collaborazione con ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani – dedicati all’impiantistica sportiva, agli investimenti sulle piste ciclabili e ai ciclodromi degli enti locali.

L’appuntamento è stato patrocinato dalla Provincia di Salerno, dal Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, dai Collegi dei Geometri della Regione Campania, della Provincia di Salerno e da Geosport, in collaborazione con l’Istituto per il Credito Sportivo e il CONI.

Al centro della presentazione i prodotti finanziari utilizzabili da soggetti pubblici e privati, che si distinguono per la finalità sociale a cui sono rivolti: la riqualificazione in tutto il Paese degli impianti sportivi degli enti locali, nell’ottica di una concezione moderna e funzionale delle strutture, rispettosa della sicurezza per i fruitori. In tal senso, e con il medesimo intento, vogliono porsi anche i Geometri nell’ambito di queste iniziative: una Categoria pronta a collaborare allo sviluppo del patrimonio pubblico e a rappresentare l’ideale anello che congiunge la pubblica amministrazione e i cittadini, supportando entrambi con le proprie competenze per il raggiungimento degli obiettivi e il perfezionamento delle attività.
Le Opportunità

Sono denominati “SPORT MISSIONE COMUNE” e “COMUNI IN PISTA” le due linee di accesso al credito e alle condizioni agevolate fortemente volute dall’Istituto del Credito Sportivo. Grazie alla collaudata collaborazione con ANCI, negli ultimi due anni queste iniziative hanno permesso l’apertura di oltre duemila cantieri nel nostro Paese. Complessivamente il plafond a disposizione è di 40 milioni di euro, le domande e i relativi progetti andranno presentati entro il 5 dicembre 2019 e la stipula dei mutui dovrà essere formalizzata entro il 31 dicembre 2019.

Il valore delle risorse attualmente stanziate potrà aumentare, a seguito di rinunce o revoche delle ammissioni a valere sull’iniziativa 2018, o di eventuali ulteriori finanziamenti.

  • I Progetti. Relativamente al bando “SPORT MISSIONE COMUNE”, i progetti definitivi o esecutivi per i quali è possibile richiedere l’ammissione a contributo dovranno essere relativi a: costruzione, ampliamento, attrezzatura, miglioramento, ristrutturazione, efficientamento energetico, completamento e messa a norma di impianti sportivi e/o strumentali all’attività sportiva, anche a servizio delle scuole. E’ compresa l’acquisizione delle aree e degli immobili destinati all’attività sportiva.
    Relativamente al bando “COMUNI IN PISTA”, i progetti definitivi o esecutivi per i quali è possibile richiedere l’ammissione a contributo devono essere relativi a investimenti sulle piste ciclabili, sui ciclodromi e le loro strutture di supporto.
  • I Relatori. Ha partecipato all’incontro anche il Vice Presidente CNGeGL Ezio Piantedosi, che ha spiegato: “È con spirito di servizio che desideriamo porci al fianco di proponenti così fortemente qualificati, come l’ICS e il CONI, offrendo uno degli asset della nostra Categoria, ossia la capillarità nel territorio, al fine di poter consentire sia la più ampia diffusione e illustrazione delle misure a disposizione, sia il necessario contributo tecnico e specialistico per assegnare una valutazione positiva alle diverse progettazioni necessarie in ogni realtà locale”.

“Oltre al ruolo organizzativo per l’evento odierno – ha aggiunto il Presidente del Collegio Provinciale dei Geometri di Salerno Alberto Venosa durante il suo intervento – il nostro impegno verrà altresì profuso nel ricordare ai target interessati che solo tali opportunità consentono concretamente il difficile passaggio dall’enunciazione all’attuazione di un principio, permettendo allo sport di confermarsi per eccellenza lo strumento di inclusione, di partecipazione e di aggregazione, oltre che di prevenzione della stabilità di una collettività”.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi