mercoledì, Ottobre 23, 2019
0 Carrello
Attualità

Le linee guida del Mise sull’obbligo di diagnosi energetica

Il Mise ha pubblicato online le linee guida per le imprese soggette alla diagnosi energetica prevista dall’articolo 8 del decreto legislativo sull’efficienza energetica

562Visite

Sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico sono online da pochi giorni le linee guida per le imprese soggette alla diagnosi energetica prevista dall’articolo 8 del decreto legislativo sull’efficienza energetica, un provvedimento molto atteso, con il quale il Mise, cerca di fornire delucidazioni sui dubbi più ricorrenti in materia di energia e certificazioni energetiche.

Vediamo nel dettaglio quali sono i principali punti di novità previsti dalle linee guida sulla diagnosi energetica:

  • individuazione del soggetto obbligato e definizione di sito produttivo
  • modalità tecniche e termini per eseguire le diagnosi dei siti produttivi
  • modalità di comunicazione dei risultati e sanzioni previste per gli inadempimenti
  • problematiche relative alle imprese con più siti produttivi e proposta di un metodo per la selezione dei siti da assoggettare alla diagnosi

Il documento, liberamente visionabile sul sito del Mise è stato predisposto con il fondamentale supporto tecnico dell’ENEA e i contenuti sono il frutto del confronto con le principali associazioni di categoria e gli operatori interessati.

Precisiamo che le linee guida potranno subire ulteriori aggiornamenti alla luce dei quesiti che emergeranno dall’attuazione dell’articolo 8 del decreto, che stabilisce l’obbligo per le grandi imprese e le aziende a forte consumo di energia, di eseguire entro il 5 dicembre 2015, e successivamente ogni 4 anni, una diagnosi energetica, condotta da società di servizi energetici, da auditor energetici o dall’ISPRA, relativamente allo schema volontario EMAS, nei siti produttivi localizzati sul territorio nazionale.

Tale obbligo non si applica però alle grandi imprese che hanno adottato sistemi di gestione conformi EMAS e alle norme ISO 50001 o EN ISO 14001, a condizione che il sistema di gestione in questione includa un audit energetico realizzato in conformità ai dettati del decreto.

 

Di diagnosi energetica, normative, e sviluppo sostenibile se ne discuterà il prossimo 17 giugno 2015. Mercoledi 17 giugno esperti ENEA e del Ministero dello Sviluppo Economico affronteranno infatti questi temi in un incontro pubblico presso la sede dell’ENEA. 

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi