lunedì, dicembre 10, 2018
0 Carrello
Attualità

Ddl Europea 2018, Fiaip: Arriva l’emendamento che cancella le incompatibilità per chi svolge l’attività di mediazione immobiliare

Fiaip da anni si batte per l’eliminazione di quelle incompatibilità che hanno impedito agli agenti immobiliari di crescere e di adeguare la nostra professione alle esigenze degli attuali processi economici

Le incompatibilità professionali per gli agenti immobiliari
116Visite

Gian Battista Baccarini (FIAIP): “ Bene l’emendamento che cancella le incompatibilità professionali degli agenti immobiliari e introduce il concetto di conflitto d’interesse per banche e professioni”. Al Senato è stato dato il via libera in 14^ Commissione Politiche UE all’ emendamento che riforma la professione di agente immobiliare cancellando le incompatibilità per chi svolge l’attività di mediazione immobiliare.

“Apprendiamo con grande favore – dichiara Gian Battista Baccarini, Presidente Nazionale Fiaip – che nel Disegno di legge europea 2018, attualmente in discussione al Senato, è contenuto un emendamento proposto dalla maggioranza di Governo e votato anche dall’opposizione sull’esercizio dell’attività di mediazione che cancella le incompatibilità per gli agenti immobiliari. Ci rendiamo conto che il percorso legislativo è ancora lungo – ma l’approvazione dell’emendamento in questione è un primo passo fondamentale, che consentirà alle agenzie immobiliari italiane di potere erogare maggiori servizi alla clientela. “

“Fiaip da anni si batte per l’eliminazione di quelle incompatibilità che hanno impedito agli agenti immobiliari di crescere e di adeguare la nostra professione alle esigenze degli attuali processi economici. Siamo contenti del fatto che nello stesso emendamento si sia riusciti a rendere incompatibili con la nostra professione i dipendenti pubblici e privati, con la specifica (necessaria) per i dipendenti delle banche, delle finanziarie e delle assicurazioni. E, ancor di più, esprimiamo soddisfazione per il lavoro svolto dai parlamentari di tutti gli schieramenti politici che ha visto anche allargare le incompatibilità a tutte le professioni intellettuali afferenti al nostro settore ”.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi