mercoledì, Febbraio 1, 2023
0 Carrello
Attualità

Il “Logistico dell’Anno” a Kontractor by KOPRON

Il “Logistico dell’Anno” a Kontractor by KOPRON per la diffusione della cultura dello sviluppo e dell’economia circolare

Il “Logistico dell’Anno” a Kontractor by KOPRON
269Visite

Kontractor by Kopron ha vinto “Il Logistico dell’Anno 2022” per l’impegno nel diffondere la cultura dello Sviluppo Sostenibile e dell’Economia Circolare. Giunto alla sua 18esima edizione, il Premio, promosso da Assologistica e da Euromerci, ha lo scopo di premiare manager e aziende che si sono distinte nel corso dell’anno per l’innovazione in vari ambiti, come l’ITC, la Sostenibilità, la Formazione, la Multimodalità, la Ricerca e Sviluppo, la Responsabilità Sociale d’Impresa.

Il “Logistico dell’Anno” a Kontractor by KOPRON per la diffusione della cultura dello sviluppo e dell’economia circolare

Viene così premiato l’impegno di KONTRACTOR nello studio, la ricerca e la promozione di strumenti utili a comunicare e valorizzare i contenuti della sostenibilità sociale, ambientale ed economica allo scopo di sensibilizzare il settore della logistica a percorrere un viaggio integrato verso il raggiungimento degli SDGs dell’Agenda di Parigi.

Con l’obiettivo di diffondere la cultura dello Sviluppo Sostenibile e dell’Economia Circolare, KONTRACTOR by Kopron ha messo in atto un vero e proprio percorso di crescita consapevole verso le tre dimensioni della sostenibilità con lo scopo di interpretare tutti i fattori competitivi dettati dalla Transizione e Trasformazione ecologica dei progetti immobiliari logistici, commerciali e direzionali.

Oltre a essere stata promotrice del convegno dello scorso 8 aprile, organizzato in collaborazione con Assologistica al fine di stimolare il dialogo e la partecipazione attiva dei principali attori della catena logistica per raggiungere insieme gli obiettivi del Green Deal Europeo in ambito logistico, KONTRACTOR ha stretto una partnership con OSIL, l’Osservatorio sull’immobiliare logistico promosso dalla LIUC Business School. L’Osservatorio, insieme ad un Advisory Board di cui fa parte anche Kontractor, ha sviluppato il sistema di rating VA.LO.RE. (Valuation Logistics Real Estate) per valutare la qualità e la fungibilità di un Green Building della logistica. Un sistema di rating che si affianca alle principali certificazioni internazionali per misurare il livello di sostenibilità di un immobile logistico 

KONTRACTOR ha partecipato alla fiera GREEN LOGISTICS EXPO di Padova, in cui, all’interno di una Unità dimostrativa dedicata, è stato presentato un progetto di Realtà Aumentata in cui gli utenti hanno potuto vivere, attraverso un visore 3D, il Green Logistics Kontractor Tour, un’esperienza di “immersione” virtuale all’interno di un magazzino logistico Green in cui hanno potuto scoprire le soluzioni e le tecnologie che ne abbassano l’impatto ambientale. Gli utenti, giocando, hanno potuto misurare anche le proprie competenze green attraverso un QUIZ game.

KONTRACTOR ha inoltre deciso di dotarsi di un Manifesto di Sostenibilità promosso in partnership con Italia Circolare, società specializzata nella comunicazione e valorizzazione della Sostenibilità e dell’Economia Circolare e del suo impatto sociale, economico, culturale e formativo.

Una Sostenibilità che non guarda solo all’ambiente ma anche all’impatto sociale degli immobili sul territorio tramite collaborazioni con associazioni e fondazioni non profit, con finalità benefiche e senza scopo di lucro. Per Kontractor è importante, infatti, contribuire attivamente al benessere della comunità anche da un punto di vista etico e civico, cercando di minimizzare il più possibile l’impatto che una nuova costruzione può avere per la cittadinanza. Un esempio concreto si è verificato durante la costruzione del magazzino logistico Last Mile a Udine, dove Kontractor ha supportato HATTIVALAB, una cooperativa sociale impegnata nell’aiutare ragazzi disabili e in difficoltà, così come la collaborazione con CRESCENDO INSIEME, un’associazione che aiuta ragazzi con sindrome di down a Colleferro (RM), città dove Kontractor sta attualmente costruendo un nuovo magazzino di 23.000 mq per lo sviluppatore GLP Italy.

Il Manifesto di Sostenibilità che verrà presentato all’inizio del prossimo anno è uno strumento di contenuto e narrazione capace di raccontare, confermare e comunicare la VISIONE SOSTENIBILE E STRATEGICA del Generale Contractor e il suo PATTO di fiducia con tutti i suoi stakeholder all’interno di una vera Economia delle Relazioni ispirata dall’SDGs numero 17 dell’Onu dedicato alla Partnership per Obiettivi.

Camillo Mastrolorenzo, Direttore Tecnico di Kontractor: “Siamo molto orgogliosi del premio che abbiamo ricevuto. Per noi il valore autentico della sostenibilità si crea solo attraverso l’esercizio della responsabilità, come principio etico e fondamento della nostra cultura d’impresa. Viviamo in un contesto che vede il settore delle costruzioni responsabile del 36% delle emissioni di gas serra e del 40% dei consumi energetici. Per questo dobbiamo fare di più e meglio usando meno materia e più energie rinnovabili limitando l’impatto ambientale, sociale ed economico dei nostri progetti. E lo dobbiamo fare mettendo al centro le persone, il loro valore. Diffondere, comunicare e valorizzare i contenuti che sono alla base dello sviluppo sostenibile del nostro settore è parte integrante della nostra responsabilità sociale d’impresa. Questo è quello che facciamo. Questo è quello in cui crediamo”.

Ilaria Pasta, Executive & Marketing Coordinator di Kontractor: “Stiamo attraversando un periodo di transizione molto complesso, aggravato dal conflitto in corso che ha fatto impazzire i costi dell’energia, delle materie prime e del loro trasporto. La sostenibilità può trasformare tutte queste difficoltà in opportunitàCostruire in maniera green rappresenta un vantaggio per il recupero dell’investimento nel lungo periodo, la vivibilità degli ambienti e il miglioramento qualità della vita, la salvaguardia dell’ecosistema, la coesione con la comunità dove l’edificio viene costruito. Noi di Kontractor crediamo molto nella sostenibilità come fattore competitivo. Per questo investiamo nella diffusione dei suoi principi e delle sue metodologia, a beneficio nostro e di tutto il settore delle costruzioni”.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi