lunedì, Febbraio 26, 2024
0 Carrello
Attualità

Erika Pegoraro è il nuovo Amministratore Delegato di Wavin Italia

Erika Pegoraro è il nuovo Amministratore Delegato di Wavin Italia, la filiale italiana del Gruppo Wavin impegnata nello sviluppo di soluzioni innovative per l’industria globale dell’edilizia e delle infrastrutture. 

Erika Pegoraro è il nuovo Amministratore Delegato di Wavin Italia
521Visite

43 anni, rodigina, Erika Pegoraro vanta una lunga militanza in azienda, entrando in Wavin Italia nel 2011 con la qualifica di HR Specialist, per poi assumere tre anni più tardi la guida delle risorse umane. In precedenza, la Manager matura significative esperienze in primarie società di ricerca e selezione del personale quali Umana S.p.A.Pur ricoprendo la carica di Amministratore Delegato, Erika Pegoraro continuerà a mantenere il suo ruolo di Responsabile delle Risorse Umane di Wavin Italia.

Erika Pegoraro è il nuovo Amministratore Delegato di Wavin Italia, la filiale italiana del Gruppo Wavin impegnata nello sviluppo di soluzioni innovative per l’industria globale dell’edilizia e delle infrastrutture. 

“Sono molto felice e orgogliosa di aver raggiunto questo traguardo e credo che questa mia nomina possa rappresentare un importante passo in avanti per contribuire a ridurre il divario di genere in ambito professionale, come sta avvenendo in tanti settori in cui sempre più donne ricoprono posizioni apicalisottolinea Erika Pegoraro ci vogliono determinazione, tenacia, sacrificio e qualcuno che creda in noi e che crei la giusta occasione, ma il mio esempio è la diretta testimonianza che anche in un settore prettamente ‘maschile’ come quello dell’industria della plastica, sia possibile per noi donne fare la differenza”.

In contemporanea alla nomina di Erika Pegoraro, che succede a Emilio Rigiroli, si rinnova anche il Consiglio Direttivo che vedrà in primo luogo la conferma di Marco Basilico, Direttore Vendite dell’azienda. Complice il cambio al vertice, il manager, in Wavin Italia dal 2001, avrà la piena responsabilità dell’area commerciale.

Dopo aver trascorso 22 anni in azienda –spiega il manager– questo nuovo ruolo di Director BU Western Europe – Sales Italy mi regalerà nuovi stimoli e soprattutto un’esperienza di più ampio respiro internazionale, che mi permetterà, riportando direttamente al Director BU Western Europe, di condividere anche con il team italiano le migliori pratiche commerciali già sperimentate in altri paesi”. Secondo Basilico il 2024 sarà un anno estremamente sfidante per l’azienda, anche in considerazione di dinamiche di mercato molto difficili da prevedere. “Noi di Wavin Italia continueremo tuttavia, come è sempre accaduto anche in passato, a restare uniti come una vera squadra, supportando i nostri clienti con prodotti sostenibili e innovativi”.

Il Consiglio vede inoltre l’ingresso di due nuovi manager: Luca Bevilacqua e Marco Gavagna, rispettivamente nei ruoli di Responsabile Finanziario e Responsabile di Stabilimento.

“Entrare a far parte del Consiglio Direttivo di Wavin Italia è un motivo di grande soddisfazione e orgoglio, oltre ad essere un’importante opportunità di crescita professionale -sottolinea Luca Bevilacqua- vivo e affronto questo mio nuovo ruolo con grande entusiasmo, cercando di trasmettere oltre alle mie competenze professionali tanta energia positiva e massimo impegno”. Il Manager si sofferma poi sui risultati economico/finanziari ottenuti dall’azienda nel corso del 2023, evidenziando che “chiuderemo l’anno superando il target di risultato operativo che ci era stato richiesto dalla casa madre. Il raggiuntimento di tale obiettivo non è soltanto frutto di un’ottima gestione economico-finanziaria dell’azienda, ma è la conferma di un’ottima sinergia tra i vari reparti”. Grande soddisfazione anche per Marco Gavagna, che commenta così il suo ingresso nel board. “Per me è un’importante occasione per portare direttamente al vertice le problematiche quotidiane delle persone che lavorano nei vari reparti. In qualità di Responsabile di Stabilimento cercherò di rendere sempre più sicuro il posto di lavoro, mettere a disposizione del mercato tutti i prodotti che produciamo in modo ancora più efficiente e nel minor tempo possibile e portare avanti tutte le azioni di miglioramento che vengono individuate giorno dopo giorno”.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi