martedì, Ottobre 22, 2019
0 Carrello
Professionisti

On air la campagna pubblicitaria dei Geometri di Como

Parte dal Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Como l’idea di lanciare una campagna pubblicitaria per spiegare al pubblico le numerose funzioni svolte dal Geometra

Campagna pubblicitaria dei Geometri di Como
161Visite

Parte dal Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Como l’idea di lanciare una campagna pubblicitaria per spiegare al pubblico le numerose funzioni svolte dal Geometra – definito in uno slogan sintetico e di sicura efficacia “il professionista della quotidianità”- e per promuovere il percorso di studio CAT. Contestualmente nasce la piattaforma “CercaGeometra” per far incontrare domanda e offerta di lavoro

Forse non tutti sanno quanti problemi è in grado di risolvere il Geometra. Forse non tutti ricordano le molteplici sfaccettature e funzioni di questa figura professionale da sempre al fianco del cittadino. C’è bisogno inoltre di mostrare ai giovani quanti sbocchi lavorativi si possono offrire a chi sceglie questa carriera attraverso gli Istituti CAT.

È questa l’idea alla base della campagna pubblicitaria a tappeto partita dal Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Como che, dopo i risultati ottenuti lo scorso anno per incoraggiare le iscrizioni ai corsi CAT, torna a puntare sulla pubblicità.

“Proprio sulla scorta della passata iniziativa, e alla luce dei riscontri positivi, quest’anno abbiamo ideato un’iniziativa comunicativa che strategicamente comprendesse un doppio messaggio promozionale, sia per la Categoria, sia per gli studenti – ha spiegato il Presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Como Corrado Mascetti –. “L’intento che ci siamo prefissati è stato quello di avviare una doppia promozione nel territorio che fosse funzionale alle finalità istituzionali del Collegio e raggiungesse il duplice scopo di sostenere la Categoria e l’orientamento scolastico dei giovani”.

La pubblicità si muove su un doppio binario: il primo inerente al Corso CAT, che ha come target gli adolescenti delle terze medie, per questo utilizza un tone of voice in linea con il loro linguaggio.

Con lo slogan “CATapultati nel tuo futuro!” si riprende la linea strategica dello scorso anno ma ci si concentra maggiormente su una comunicazione via social, senza trascurare la cartellonistica stradale e le affissioni sui mezzi pubblici.

Il secondo binario della campagna è “Affidati al Geometra”. Lo slogan “Il Professionista della tua quotidianità”, punta a comunicare la polifunzionalità del Geometra, mettendo in evidenza che questo Professionista può soddisfare differenti bisogni dei privati cittadini e delle PA. Nei cartelli si ricorda infatti che redige pratiche edilizie e catastali, coordina lavori di cantiere, definisce i confini di un terreno, offre assistenza nelle ristrutturazioni e amministra condomini.

C’è poi un’importante novità per la Categoria: il Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Como infatti sta per lanciare la piattaforma “CercaGeometra”, per favorire i contatti lavorativi ai propri iscritti.

A partire dal mese di ottobre, attraverso un sistema molto semplice gli iscritti potranno inserire tutti i loro dati: curriculum, foto, territorio di provenienza, ambito di specializzazione. Al privato basterà quindi digitare delle parole chiave per individuare il professionista di cui ha bisogno in base alle caratteristiche che avrà richiesto al sistema. Uno strumento utile agli utenti e ai professionisti non solo perché consentirà di far incontrare offerta e domanda ma anche perché costituirà un importante data base.

La campagna pubblicitaria, curata come lo scorso anno dall’agenzia Memesi, è già partita sui social per proseguire anche nel 2020 e sta registrando un consenso nazionale da parte di iscritti in diversi Collegi di tutta Italia, mentre la parte dedicata alle affissioni standard e sui mezzi pubblici partirà il 23 settembre e si concentrerà sui mesi finali del 2019.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi