sabato, Marzo 28, 2020
0 Carrello
Edilizia

Attivato ufficialmente l’Osservatorio sull’edilizia scolastica

L’Osservatorio sull’edilizia scolastica dovrà essere un “luogo di confronto e discussione fra tutte le istituzioni coinvolte, ma anche e soprattutto un luogo di decisione, una sorta di sportello unico dell’edilizia scolastica”.

668Visite

“Un luogo di confronto e discussione fra tutte le istituzioni coinvolte, ma anche e soprattutto un luogo di decisione, una sorta di sportello unico dell’edilizia scolastica” così il Sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca Davide Faraone ha aperto ieri la riunione di insediamento al Ministero dell’Osservatorio sull’edilizia scolastica.

 

Un consesso che dal panorama italiano mancava da ben 17 anni.

Alla storica ri-innaugurazione dell’ Osservatorio sull’edilizia scolastica erano presenti i Sottosegretari Pier Paolo Baretta per il Ministero dell’Economia e Umberto Del Basso De Caro per il Ministero delle Infrastrutture. Hanno partecipato inoltre i rappresentanti della Struttura di Missione per l’edilizia scolastica di Palazzo Chigi, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Conferenza delle Regioni, dell’Unione delle Province (Upi), dell’Associazione dei Comuni (Anci).

Nel corso dell’evento di insediamento dell’ Osservatorio sull’edilizia scolastica il sottosegretario Faraone ha posto l’accento sull’importanza dell’Anagrafe dell’edilizia scolastica sostenendo che l’ Osservatorio sull’edilizia scolastica  dovrà essere “uno strumento di trasparenza e di responsabilizzazione per gli addetti ai lavori”.

“Come Miur ci impegniamo a sollecitare le Regioni e a monitorare i lavori affinché sia completata entro il prossimo giugno”.

L’ Osservatorio sull’edilizia scolastica , nelle intenzioni del governo dovrà portare avanti un’azione di semplificazione e connessione delle azioni messe in campo dalle istituzioni coinvolte per rendere più rapida la programmazione degli interventi in materia di edilizia scolastica e la realizzazione delle opere. Il calendario delle riunioni sarà serrato e la prossima, di carattere tecnico, si terrà a fine mese.

Nel corso del 2015, ha annunciato il governo, verranno aperti circa 1.600 cantieri per la messa in sicurezza di plessi scolastici rientranti nel capitolo di interventi #scuolesicure. Altrettanti saranno i cantieri rientrnti nella progettazione  #scuolenuove.

 

Dai primi dati si stima che potranno svilupparsi circa 600 interventi di efficientamento energetico mentre le scuole realizzate exnovo saranno circa un centinaio. Per quanto riguarda il filone #scuolebelle, entro la primavera del 2016, si interverrà per la manutenzione e l’abbellimento di circa 15.000 istituti.

X

Per leggere l'articolo, accedi o registrati

Non hai un account? Registrati!
X

Per leggere l'articolo, lascia la tua email

Oppure accedi