|
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Geometri
  • News » Attualità

Il Governo sbaglia mira e anziché' tassare Airbnb fa diventare sostituti di imposta gli agenti immobiliari italiani

Il nuovo regime non avra' impatto diretto sull' imponibile della societa' digitale d'intermediazione immobiliare

 


Il Governo sbaglia mira e anziché' tassare Airbnb fa diventare sostituti di imposta gli agenti immobiliari italiani

Ancora una volta il Governo sbaglia mira e anziché recuperare i fondi necessari alla manovrina bis, mediante una equiparazione fiscale, tra le società digitali che hanno le loro sedi in nazioni a fiscalità agevolata e i professionisti dell’immobiliare italiani, che sono sottoposti a una pressione fiscale complessiva vicina al 65%, inasprisce gli adempimenti in capo agli agenti immobiliari facendoli diventare sostituti di imposta.

La "tassa Airbnb" in realtà la pagheranno i proprietari di immobili, mediante l’applicazione della cedolare secca al 21% che sarà trattenuta al momento dell’incasso dell’affitto da parte degli agenti immobiliari e da loro versata direttamente allo Stato.

Tutti gli operatori del settore, anche sulla scorta dei 130 milioni di multa inflitta ad Amazon, si aspettavano provvedimenti regolatori delle attività web per coloro che si occupano di immobiliare in Italia, ma ancora una volta la strada percorsa è quella di criminalizzare la proprietà immobiliare e la sua presunta tendenza all’evasione fiscale.

 

Il Presidente Nazionale Fiaip Paolo Righi ha dichiarato: “Al di là del nome con cui si definisce questa nuova procedura fiscale, Airbnb non pagherà nessuna nuova tassa e continuerà invece a godere dei benefici fiscali che gli pervengono dal fatto di avere la propria sede fiscale all’estero. Il Governo anziché criminalizzare la proprietà immobiliare e continuare ad appesantire la burocrazia delle nostre aziende, farebbe bene a preoccuparsi del fatto che sempre più imprese scelgono di andare via dall’Italia. Fiaip auspica che le Commissioni riunite di Camera e Senato siano pronte a modificare il testo del Decreto Legge, prevedendo l’esclusione per gli agenti immobiliari dall’obbligo di divenire sostituti di imposta”




Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!