|
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
Sei un professionista? - Geometri
  • News » Attualità

Gli asset vincenti di un geometra: imprenditorialità e conoscenza

Il sostegno alla categoria verso l'equiparazione dei professionisti alle PMI e l'apertura dei bandi regionali alle misure economiche dedicate si è rivelata un'intuizione vincente. In un'intervista pubblicata da Italia Oggi al Segretario CNGeGL Ezio Piantedosi il focus sui risultati e l'anticipazione sulla road map 2017 CNGeGL che, allo studio, ha già nuove misure per supportare lo sviluppo del business

 


Gli asset vincenti di un geometra: imprenditorialità e conoscenza

Ezio Piantedosi, Segretario Nazionale, coordina le attività di supporto strategico fornite dal CNGeGL a Collegi e iscritti per concorrere all’assegnazione dei bandi UE. Sua l’intuizione, già nel 2014, di mettere in rete gli organismi nazionali e territoriali della Categoria per rendere strutturale l’interlocuzione con Regioni ed Enti locali. Un risultato concreto è l’aggiudicazione del bando “L’Impresa futura tra internazionalizzazione e innovazione” da parte dei Collegi Provinciali dei Geometri e Geometri Laureati di Venezia e Rovigo, con il supporto della Fondazione Geometri Collegio Venezia quale partner operativo (in raggruppamento temporaneo) e il partenariato di rete della Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare. Il budget approvato è di circa 145 mila euro.

Segretario Piantedosi, che valore assegna al risultato?

E’ la conferma che la scommessa del CNGeGL di valorizzare asset quali l’imprenditorialità e la conoscenza è vincente. Ed è significativo che il focus del progetto sia l’investimento sul capitale umano: lo sviluppo di competenze e conoscenze quali presupposti per l’evoluzione della professione è la filosofia che sottende alle iniziative formative della Categoria.

In che modo il CNGeGL ha supportato i Collegi veneti?

Prevalentemente con contributi metodologici e operativi: le nostre risorse hanno redatto l’abstract di progetto, definendo l’analisi del contesto e gli obiettivi, integrando con documenti ufficiali della Commissione Europea e fonti di carattere sociologico. Si è proceduto, inoltre, alla verifica e al completamento dei moduli di adesione dei geometri professionisti coinvolti.

Cosa prevede la road map 2017?

Il CNGeGL proseguirà nell’attività di censimento e pubblicazione dei bandi; inoltre, sono allo studio misure per supportare lo sviluppo del business, sempre più orientato verso modelli produttivi e organizzativi definiti dall’industria 4.0.

 

Per inquadrare il quadro descrittivo offerto, è funzionale ricapitolare l'impegno profuso. Da subito è intervenuto l’interessamento di CNGeGL e di CIPAG, presso le sedi istituzionali nazionali e comunitarie, affinché fosse ottenuta l’equiparazione dei professionisti alle PMI, ai fini dell’assegnazione dei fondi comunitari per lo sviluppo. A tale impegno – che si è positivamente evoluto come conosciamo - ha fatto seguito l’intento degli organismi nazionali e territoriali della Categoria per rendere strutturale l’interlocuzione con Regioni ed Enti locali. La successiva costituzione di un gruppo di lavoro composto da specialisti ha permesso – nel corso degli ultimi 24 mesi - il monitoraggio della pubblicazione dei bandi e la relativa selezione delle misure più idonee per i geometri liberi professionisti. Dall’insieme delle informazioni è nata una sezione dedicata del sito di Geometri in Rete, e la rubrica “A misura di Geometra” della newsletter che viene inviata periodicamente agli iscritti.






Commenti (0)

Pagine: 0

Per commentare è necessario essere registrati.


Sei già registrato? Entra subito
Altrimenti registrati gratis!